Malta

Insider Guide: Malta

Per secoli Malta è riuscita a resistere agli invasori europei e mediorientali. L’isola ha ereditato un ricco patrimonio storico, che si è combinato con uno stile di vita moderno per creare diverse attrazioni turistiche. Di seguito delle dritte per godere di ciò che la nazione del Mediterraneo ha da offrire. Non c’è di meglio che partire dalla capitale fortificata de La Valletta, nel cui vecchie strade acciottolate aprono le vie ad una ricca vena di cultura. Visita il Museo Archeologico su Republic Street per conoscere i primi abitanti dell’isola ed ammirate i variegati manufatti tra cui ceramiche, utensili di pietra e sculture risalenti al Neolitico (5.000 AC) ed ai periodi fenici del 400 AC.

Sleeping Lady

Di particolare interesse ci sono le veneri paleolitiche, tra cui la signora che dorme, una donna paffuta reclinata che si ritiene rappresenti il sonno eterno. La statua si trova nel luogo di sepoltura di Hal Saflieni, vicino alla città di Paola, un’enorme struttura sotterranea scavata intorno al 2500 A.C. Originariamente era un santuario, il sito è diventato una necropoli in tempi preistorici. Prenota in anticipo in quanto solo 10 visitatori ogni ora sono ammessi dentro, a causa dei controlli ambientali. Se siete amanti di chiese decorate, la Cattedrale di San Giovanni è il luogo ideale per trascorrere una o due ore. Dopo essere sopravvissuti al Grande Assedio dei musulmani nel 1565 e quindi salvare l’Europa cristiana, i difensori crociati hanno ricevuto un sacco di soldi dal Papa e molti di questi generosi contributi sono andati per la costruzione della cattedrale e per il reperimento delle diverse opere d’arte presenti, tra cui arazzi fiamminghi, paramenti sacri, arredi in marmo e dipinti murali barocchi. Assicuratevi di chiedere le storie altamente divertenti riguardanti il ribelle Caravaggio e il suo completamento de L’ascesa di San Giovanni Battista, che pende nell’oratorio. Si dice che sia stata l’unica opera che l’artista ha firmato.

Casa Rocca Piccola

Per un tocco di nobiltà, fate una piacevole passeggiata all’interno della vicina Casa Rocca Piccola, un palazzo del 16° secolo ancora di proprietà privata. Le sue 50 camere, arredate con mobilio che vanno da lampadari di Boemia (ora Repubblica Ceca) a mobili del 17° secolo il tutto rispecchia la vita dell’élite di generazione in generazione. Malta è stata bombardata a tappeto da parte dei nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, quindi è interessante scoprire non uno, ma tre rifugi sotterranei costruiti sotto il giardino della villa. Il Palazzo del Gran Maestro simboleggia la nobiltà più formale. L’ex sede dell’Ordine di San Giovanni, centro nevralgico per le questioni di stato e corte del Gran Maestro, i suoi portali in stile dorico, balconi in legno, dipinti e arredi d’oro e d’argento riflettono l’opulenza dei ricchi e dei potenti. Oggi ospita l’ufficio del presidente e del parlamento. Un corridoio interno porta all’armeria dove quasi 6.000 oggetti tra cui stocchi, picche, lance, pugnali e pistole concedono approfondimenti sul motivo per cui le questioni militari erano così importanti per la sopravvivenza di Malta. Particolarmente intriganti sono le spade finemente lavorate ed utilizzate dai nemici giurati dei crociati cristiani e dei musulmani arabi. E’ anche sede di un abito impressionante in oro in rilievo corazzato del peso di 110 libre.

Vittoriosa

Per l’intrattenimento più interessante, dirigetevi verso il Malta Experience per assistere ad un video di 45 minuti dove si rievoca la storia maltese. Educativo ed informativo, aiuta a dar vita al museo. Mentre si è lì, visitate la Sacra Infermeria dove venivano curati i crociati ed è stato uno dei primi ospedali europei. Nelle lunghe camere scarsamente illuminate di questo imponente edificio a due piani, sembra quasi come se il fantasma grida a migliaia di pazienti, molte le vittime crudeli di guerra trattati qui nel corso di centinaia di anni che è come se si potessero ancora sentire ancora oggi. Una gita in barca di dieci minuti attraverso il Grand Harbour consente l’esplorazione delle stradine di Vittoriosa, Senglea e Cospicua. Questi tre quartieri fortificati, conosciuti anche come le Tre Città, furono insigniti di questi titoli onorifici dai francesi che governavano un tempo.

Museo Marittimo

Per una migliore comprensione dell’amore dei maltesi verso il mare, visitate il Museo Marittimo. Una volta era la base della Royal Naval Bakery, questo spazioso edificio di due piani comprende una sezione di ingegneria navale e circa 60 modelli di imbarcazioni. In contrasto con la bellezza delle navi c’è il Palazzo dell’Inquisitore. Fondato nel 1561 da autorità papali per estirpare gli eretici, in questo palazzo venivano ascoltati i casi e stabilite le pene. Un processo d’esempio fu quello nel 1600 a Didacus Mifsud, accusato di utilizzare un cappello di carta magica con scrittura araba su di esso per curare il mal di testa così come quello a 40 streghe maltesi che 20 anni più tardi furono accusate di utilizzare incantesimi d’amore. Oggi di sicuro sarebbero lodate per il loro spirito imprenditoriale. A seconda della durata del soggiorno e degli interessi, può valere la pena acquistare l’Heritage Malta Multisite Pass, che consente l’ingresso gratuito a 21 siti storici e musei più il National Aquarium.

Mdina

Nessuna visita a Malta è completa senza aver raggiunto Mdina, l’antica capitale conosciuta anche come la città silenziosa grazie al suo labirinto di strade strette e pareti verticali. Qui, dalle alte scogliere, un mix di stili architettonici soddisfa l’occhio, da fossati medievali a facciate barocche, palazzi e cappelle ed una serie di musei. Gozo, la seconda isola più grande di Malta, si raggiunge con un traghetto di 25 minuti da Cirkewwa sulla punta settentrionale di Malta ed è rinomata per il suo artigianato locale, splendidi paesaggi e siti antichi.

Installazione a Bisazza Street

A parte la sua ricca eredità storica e culturale, Malta è anche un luogo di divertimento per gli amanti del mare e per quelli in cerca di vita notturna. Paceville vicino St Julian è un centro importante per clubbers, dove DJ di fama internazionale appaiono per i fine settimana. Tra gli eventi da non perdere il Malta Arts Festival, il Festival Barocco de La Valletta, l’Opera Festival, il Festival Corale e il Festival Internazionale del Jazz nel mese di luglio. Per quanto riguarda lo shopping, Tas-Sliema è il posto ideale, soprattutto lungo Tower Road, Bisazza Street e lo Strand, dove i marchi globali affiancano le boutique locali. Grazie al suo clima favorevole e le diverse attività di intrattenimento, Malta è diventata una meta turistica molto popolare, attirando 1,5 milioni di visitatori ogni anno.




Related Posts