Svalbard

Svalbard: il grande deserto bianco

Se si pensa che dovrete morire prima o poi durante la vostra vita, non programmate di farlo a Svalbard in Norvegia. Perché morire è contro la legge. Sì è illegale passare a miglior vita. Visto che gli organismi non si decompongono quando vengono sepolti, il piccolo cimitero del paese non può permettersi di ospitare altri corpi. Ma questa è solo la punta di un iceberg, quando si tratta dei fatti più interessanti di Svalbard.

Considerata uno degli ultimi grandi deserti d’Europa, la catena di isole artiche è una destinazione ricca di meraviglie naturali, interminabili giornate estive, notti da 24 ore ed un numero di orsi polari maggiore a quello degli umani. Trovandosi a metà strada tra la terraferma ed il Polo Nord, il 60 per cento delle Svalbard è coperta da ghiacciai, il 34 per cento da superfici rocciose ed un misero 6% di  vegetazione. Svalbard è stata scoperta la prima volta nel 1194, ma è stato completamente riscoperta nel 1596, quando il navigatore olandese Willem Barents la visitò per la sua prima volta. Per i successivi 300 anni, è stato solo un luogo di caccia alla balena. Oggi attualmente ha una popolazione di circa 2.640 persone, che è aumentata ultimamente dal momento che nel 20° secolo questa zona è diventata famosa per l’estrazione del carbone.

La sua unica città, Longyearbyen, è costruito su palafitte in quanto il terreno è gelato tutto l’anno, che vanno dai 10 ai 40 mt di profondità. Ogni estate, il cortile superiore di terra si scioglie, e le palafitte proteggono gli edifici da inondazioni od affondamenti. Se siete alla ricerca dei nomi delle strade, non ne troverete alcuno; sono indicati solo con dei numeri.

Ci sono due hotel a Longyearbyen, il Radisson Blu Polar Hotel ed il Spitsbergen Hotel Scandic Partner. Anche se designato quattro stelle, si consiglia di non essere troppo pretenziosi. Tuttavia, per un viaggio alla quinta città più settentrionale sul pianeta, andrà benissimo. In alternativa, una scommessa migliore è quello di prenotare una crociera con Abercrombie & Kent, l’Arctic Adventure Cruise: Norvegia, Groenlandia ed Islanda, in 15 giorni di escursione. Gli alloggi saranno  a bordo della nave Le Boreal, tutte con balcone. Durante il viaggio, i passeggeri sperimenteranno varie destinazioni nella regione artica compreso Longyearbyen, la Groenlandia, il Fiordo di Franz Josef ed Husavik, un rifugio per guardare le balene.

Ogni anno la regione sperimenta quattro mesi di sole di mezzanotte (che non tramonta mai) e quattro mesi aggiuntivi di notte polare (il buio). Da aprile a fine agosto, i suoi mesi estivi, gli ospiti possono facilmente avventurarsi in passeggiate sui ghiacciai oppure andare in kayak a mare in compagnia di un cielo arancione e giallo. Nei mesi invernali, da novembre a inizio febbraio, avviene il contrario e considerando la sua angolazione nel sistema solare, gli altri pianeti bloccano il sole. Durante questo tempo, le temperature possono raggiungere i 20-30 gradi sotto lo zero. Per accogliere il sole di nuovo, la gente del posto si riunisce sui gradini del vecchio ospedale per festeggiare il Solfestuka, un evento di una settimana che inizia appunto alle 11:00 il giorno del sorgere del sole.

Anche se Svalbard è una città mineraria del carbone, l’arcipelago sta cercando di diventare un centro per la ricerca scientifica ed una destinazione turistica. Sperando di sfruttare la sua notte polare, Arild Olsen, sindaco di Longyearbyen ha recentemente detto a Skift, “Siamo la pubblicità del lato esotico del buio.” Fortunatamente per Olsen, grazie alla danza dell’Aurora Borealis nel cielo ed aree con abbondante fauna selvatica, sempre più visitatori si stanno già innamorando di questa nuova destinazione artica.

Per sperimentare tutto, Epic Road offre un’escursione di nove-notti chiamata Polar Bears & Northern Lights che comprende tutte le sistemazioni, pasti, attività ed un viaggio in elicottero per vedere i mammiferi artici dall’alto. Gli ospiti potranno viaggiare in motoslitta su di una tradizionale slitta Inuit e godere di un safari in stile campo base Igloo Dome per ben cinque notti. I prezzi partono da Euro 21.900,00 a persona.

Se avete intenzione di esplorare Longyearbyen senza una guida, è necessario una propria motoslitta. Ma questo non dovrebbe essere un problema dato che ci sono circa 4.000 motoslitte per un totale di 2.640 residenti in città. Inoltre dovreste avere un fucile e di conseguenza aver dimestichezza nello sparare, può risultare essenziale in quanto più di 3.000 orsi polari risiedono in Svalbard e possono essere abbastanza affamati dopo quattro mesi di digiuno. Tutti i negozi hanno controlli pistola nella porta d’ingresso, e potrebbero chiedere di lasciare le scarpe all’esterno. In cambio vengono fornite delle pantofole.

Insieme con cani da slitta e motoslitta, un’altra attività preferita dai visitatori e dalla gente del posto è la speleologia dei ghiacciai. Dotatevi di fari ed una guida, così da poter girare tra i ghiacciai e le formazioni rocciose, mentre attraverserete spazi ristretti o striscerete lungo tunnel per raggiungere l’altro lato. Questi viaggi non sono adatti per coloro che soffrono di claustrofobia. Il viaggio escursione di tre ore di Spitsbergen Travel comprende tutte le attrezzature, i trasferimenti da/per l’hotel ed ha un prezzo di circa Euro 85,00 per persona. Bei fiordi, scintillante cielo notturno, leggi singolari e renne che camminano insieme agli abitanti, Svalbard è una destinazione meravigliosa e stravagante che deve essere aggiunta sulla vostra lista dei desideri.

Related Posts