South Andros

South Andros

South Andros è un distretto della nazione delle Bahamas. Geograficamente, South Andros è la terza massa terrestre più meridionale colloquialmente chiamata Andros, che comprende le zone di North Andros, Centro Andros, Mangrove Cay e South Andros. I distretti sono divisi da ampie insenature, alcune delle quali offrono la possibilità di essere collegate da traghetti; altrimenti l’unico modo per viaggiare da una zona all’altra è un aereo privato o in barca. Sull’isola di Andros, situata a circa 50 km a sud ovest di Nassau, il tempo sembra essersi fermato e la vita si muove al ritmo lento delle acque oceaniche. Lontano dal trambusto della capitale, Andros è autentica ed intima. “La quinta più grande isola dei Caraibi è una delle meno note”, secondo Vincent Wallace, il ministro del Turismo delle Bahamas.

La Queen Highway, una strada asfaltata ed illuminata a due corsie, senza semafori o segnali di stop, corre per circa 64 km dal bordo settentrionale di South Andros, che è il porto di Hill di Drigg, sino ad arrivare a Mars Bay. A Mars Bay la strada termina in un cul de sac, ma l’isola si estende per altri 32 chilometri a sud senza ulteriori strade o servizi, inaccessibili tranne che in barca. Lungo la strada da Hill di Drigg e Mars Bay, la strada attraversa due ponti, uno a Deep Creek e uno più a sud a Little Creek, entrambi ristrutturati nel 2012. Quasi tutta la popolazione di South Andros vive in abitazioni a ridosso della Queen Highway od in qualche altra zona lì vicino. L’unica ulteriore strada significativa è quella che conduce ad ovest, verso l’interno, lungo il lato nord di Deep Creek, a Black Point, dove ci sono una manciata di altre case locali. Il punto più largo di South Andros è di circa 32 km che parte da est ad ovest, ma solo il limite est è abitato in quanto la maggior parte dell’isola è costituito da paludi ed estuari di marea.

South Andros è nota per la produzione di alcune specialità di stagione come conchiglie, granchi di terra ed aragoste, che sono in relativa abbondanza e che sono venduti in commercio a Nassau o ai rappresentanti dei distributori alimentari di Nassau, fornendo una fonte importante di denaro per molti abitanti . L’unica altra industria attuale è il turismo.

Anche se la maggior parte delle isole delle Bahamas devono la loro sussistenza al turismo di massa, Andros ha conservato la sua bellezza grazie all’interesse dell’autorità locale su una politica di eco-turismo. La grande biodiversità dell’isola comprende la terza barriera corallina più lunga al mondo dopo quella di Australia e Belize. Vanta anche uno dei più antichi centri di immersione del mondo. Soprannominata “l’isola dei buchi blu” queste strane piscine naturali e circolari nascondono caverne sottomarine che attirano un gran numero di subuacquei affascinati dalla bellezza di queste profondità oceaniche.

Related Posts