Lobby a Las Vegas

Opulenti lobby a Las Vegas

A Las Vegas, le prime impressioni sono importanti. Sia che si tratti di luci sfavillanti o sia delle ultime performance del Blue Man Group, non c’è dubbio che questa è una città che ama mettere in mostra sempre uno spettacolo. Ma qual è un grande segreto della città? Una lobby d’hotel è solo un posto per fare il check-in e forse lasciare i bagagli, giusto? Non nella Sin City. Per gli hotel che cercano di competere nel gioco di lusso, un grande ingresso è il primo indicatore per gli ospiti sulla qualità della proprietà e del tipo di esperienza che li attende durante il soggiorno. Preparatevi a raccogliere la mascella dal pavimento quando darete un’occhiata alle più sontuose lobby sulla Strip:

Aria Resort & Casino

La luce naturale non è qualcosa che ti aspetti di vedere molto all’interno di un resort di Las Vegas, ma le cose sono fatte un po’ diversamente all’Aria. Le finestre dal pavimento al soffitto allestiscono la reception, inondando la stanza aperta con un tipo di luce rilassante che solitamente si trova in un centro termale. Mentre vi godete il sole, assicuratevi di prendervi un momento per godere dell’arte che riempie tutto lo spazio. Quello che assomiglia ad un segno di squiggle d’argento gigante appeso sopra la reception è in realtà un lungo pezzo d’arte. Progettato da Maya Lin (creatrice del Vietnam Veteran’s Memorial a Washington D.C.), il pezzo è un richiamo del fiume Colorado ed è argento per ribadire la reputazione del Nevada come “The Silver State.”

Wynn Las Vegas

Considerato la più importante catena turistica del mondo secondo Forbes, ha senso che la lobby del Wynn faccia una prima impressione incredibile. Nonostante la sua posizione nel mezzo del deserto, l’hotel ha creato il suo ingresso principale per essere un meraviglioso paesaggio pieno di piante esotiche e installazioni di arte colorata. Assicuratevi di controllare il palloncino ad aria calda e il girocollo fatto interamente di fiori durante la passeggiata. Ognuno dei tre atri è a tema stagionale, e serve come un’occasione per gli ospiti di rilassarsi dopo una giornata di attività incessante. Le 8.000 piante in mostra vengono cambiate una volta al mese da un personale di quasi trenta giardinieri e fioristi, il che significa che gli ospiti potranno vedere qualcosa di nuovo ogni volta che visitano la proprietà.

The Cosmopolitan

Una delle cose più interessanti di Las Vegas è che ha qualcosa da fare per tutti. Per gli amanti della tecnologia che vogliono optare per un po’ di lusso, non potete che dare un occhio alla lobby del Cosmopolitan. Ogni pilastro nella lobby è coperto da schermi LCD che presentano una serie di arti digitali che avvolge completamente ogni individuo che attraversa la zona. Ciascuno dei 408 schermi è composto da più pixel rispetto alla media televisiva HD, con l’arte che cambia sempre in modo da vedere qualcosa di nuovo ogni volta che si visita. Ogni installazione prende in considerazione il tema dell’albergo che è quello di “sfidare le aspettative”, offrendo allo spettatore un’esperienza virtuale unica, diversa da qualsiasi altra parte della Strip.

Delano Las Vegas

A pochi passi dal Mandalay Bay ecco una delle lobby più uniche e sofisticate della Strip. Non appena gli ospiti entrano all’Hotel Delano, si trovano di fronte ad un alto masso spaccato con colori notevoli che sono un riflesso del paesaggio naturale del Nevada. L’hotel è costituito solo da suite e promette un’esperienza più rilassante rispetto alle tipiche esperienze di Las Vegas. L’attenzione al dettaglio comincia nella hall, con manichini verniciati commissionati da artisti locali di Las Vegas affiancati da un tappeto che fu abilmente progettato per rappresentare il fiume Colorado. La bassa illuminazione dello spazio, la tavolozza di colori elegante e l’estetica art-infused assicurano agli ospiti l’immediata sensazione di ricevere il top quando si tratta di lusso.

The Venetian

Quando si pensa a Venezia, c’è spesso una parola che viene in mente: il romanticismo. Il Venetian non riesce a deludere. Abbondano ornamenti, affreschi italiani ed un soffitto a cupola che ricorda la Cappella Sistina. Tuttavia, le somiglianze con la sua controparte italiana non terminano. La hall rende omaggio a Venezia con rievocazioni di luoghi di interesse culturale come Piazza San Marco ed il Ponte di Rialto. Oro, oro ed oro è presente nelle colonne, sui tappeti, sui dipinti e sulle altre decorazioni, dando agli ospiti quell’immagine di opulenza che li attende nel resto dell’albergo.

Bellagio Las Vegas

Quando si parla di grandezza, il Bellagio lo copre. L’installazione di artisti che ornano il soffitto dell’atrio è quasi come una fotografia dell’iconica fontana d’acqua dell’albergo sita all’esterno. Commesso da artisti di fama mondiale, Dale Chihuly, i colorati Fiori di Como illuminano lo spazio giorno e notte con una serie di 2.000 fiori di vetro colorati fatti interamente a mano. Chihuly ha inteso che il pezzo sia un punto di riflessione per gli ospiti che entrano nell’hotel ed altresì dare loro uno sguardo alla magia che si trova nei giardini botanici dopo che hanno lasciato la hall.

Caesar’s Palace

C’è una proprietà considerata più classica del Caesar’s Palace a Las Vegas? Una volta luogo di incontro di icone culturali come Frank Sinatra, la lobby del hotel di chiara ispirazione romana è stata ricostruita in una cultura pop più recente quando lo staff di The Hangover ha fatto un tuffo nella sua iconica fontana d’oro. L’opulenza d’oro dello spazio è evidenziato da opere d’arte italiane a tema rinascimentale dietro le scrivanie, pilastri in marmo e un assortimento di affreschi che caratterizzano interamente il soffitto.




Related Posts