Glasgow

Glasgow: Città Vittoriana con mentalità da 21° Secolo

Glasgow in Scozia non solo offre una ricca scena culturale, shopping sfrenato ed una cucina variegata, ma anche una fantasiosa architettonica. E’ una città in stile vittoriano con una mentalità da 21° secolo, il tutto si riflette in edifici eclettici, diverse sedi teatrali e musicali nonché ristoranti e caffetterie innovative. Come ogni città delle sue dimensioni, Glasgow ha una vasta gamma di cose da vedere e da fare gratuitamente, dalle gallerie e musei di fama mondiale a particolari siti storici, dalle attrazioni per la famiglia ai diversi parchi cittadini. Ecco cinque modi per migliorare maggiormente la vostra visita alla più grande e rivitalizzata città della Scozia.

Atmosfera, Architettura ed Ambiente

In primo piano in una miriade di film (uno è quello di Brad Pitt, World War Z come oggi Philadelphia), Glasgow ha lasciato dietro di sé la sua immagine grintosa come ex potente centrale elettrica della Gran Bretagna industriale ed ha accolto con entusiasmo un’immagine più sana basato sul turismo e sui servizi, con edifici creativi che animano un centro di gran parte pedonale. Passeggiate lungo i suoi ampi viali e godrete di palazzi color rosa e miele di arenaria, in stile vittoriano ed edoardiano, allineati contro campanili all’italiana e torri neogotiche. La City Chambers, sede del Consiglio comunale di Glasgow, è una struttura imponente costruita nel 1888 in stile rinascimentale italiano, con visite guidate gratuite che permettono ai visitatori di vedere le sue magnifiche scale in marmo, nonché la camera dei dibattiti e la sontuosa sala banchetti. Al di fuori, la spaziosa George Square è ornata con statue dei diversi leader civici. Con la sua splendida facciata Metal Art, il Princes Square Shopping Center è tra diversi gli edifici che richiamano le inclinazioni in stile Liberty del figlio architettonico preferito di Glasgow, Charles Rennie Mackintosh (1868-1928). E’ considerato il miglior edificio della città fatto da Mackintosh, la Glasgow School of Art ospita una delle scuole più importanti del Regno Unito dove si studia arte, design ed architettura. Una piccola sala espositiva all’interno concede uno sguardo sulla vita e le attività del famoso architetto ed i visitatori possono anche fare una visita guidata. Il vecchio edificio è chiuso per lavori di ristrutturazione insieme con la costruzione della casa del progettista con molti arredi originali ma si consiglia una visita a Mackintosh House.

Cultura

Glasgow è così fiera della sua cultura che i suoi musei sono gratuiti ed offrono diverse collezioni. Il Riverside Museum, il più recente in città, ha vinto nel 2013 il Premio di museo europeo dell’anno. Concentrandosi sui mezzi di trasporto, ha più di 3.000 oggetti che abbracciano due piani con una serie impressionante di oggetti che vanno da skateboard ad auto d’epoca, da carrozzine a locomotive passando per autobus. Ha anche la replica di una vecchia ed acciottolato strada di Glasgow con depositi che risalgono dal 1895 al 1980 nonché carrozze trainate da cavalli e tram. Ancorato al di fuori, il veliero Glenlee, è gratuito e tutto da  esplorare. Al contrario la Kelvingrove Art Gallery and Museum è un edificio simbolo aperto nel 1901 in stile barocco spagnolo con una facciata in vivida arenaria rossa. E’ custode di reperti che vanno da armi ed armature ad elementi di storia naturale e d’arte, la sua collezione di dipinti comprende opere di antichi maestri, impressionisti francesi, rinascimentali olandesi, coloristi scozzesi ed esponenti della Scuola di Glasgow, con Cristo di San Giovanni di Salvador Dalí che è orgogliosamente in mostra al primo piano. Il People’s Palace and Winter Gardens risalente al 19°, sito a Glasgow Green è il museo della città di storia sociale che riflette la vita dal 1750 ad oggi. Tra i suoi manufatti ci sono una casa di una sola stanza, un barattolo e mattoni della Seconda Guerra Mondiale risalente ad un rifugio antiaereo e video con alcuni dei più conosciuti artisti della città e leader civici. Un elegante giardino d’inverno in vetro nella parte posteriore è una caffetteria dove i visitatori si rilassano tra le piante tropicali. Da non perdere la fontana Doulton, la più grande fontana in terracotta del mondo. Situata nel cuore della città, in un edificio neoclassico con un portico in enormi colonne corinzie, la Galleria di Arte Moderna di Glasgow (GoMA) mette in mostra artisti da tutto il mondo della pittura, scultura, fotografia ed altro.

Musica e Teatro

Con una scena musicale a 360°, dalla contemporanea alla classica, passando per la Celtica, non deve essere una sorpresa sapere che Glasgow è stata nominata dall’UNESCO Città della Musica nel 2008. Le sedi musicali sono impressionanti anche grazie alla loro natura contrastante come il Wah Wah Hut di King Tut (costantemente votato tra i migliori locali di musica dal vivo nel Regno Unito), i Barrowlands, O2 Academy, la Scottish Exhibition and Conference Centre e la Glasgow Royal Concert Hall. La città è anche sede della Scottish Opera, la Royal Scottish National Orchestra, la BBC Scottish Symphony Orchestra, l’Orchestra Nazionale Giovanile della Scozia e la Royal Scottish Academy of Music and Drama (RSAMD). Il King Theatre vecchio oltre 100 anni, conta quasi 2.000 posti a sedere ed ospita spettacoli teatrali, musical e concerti. La sua programmazione ha caratterizzato spettacoli diversi come One Night di Elvis, The Rat Pack Vegas Spectacular e musical come Hairspray e Shrek. Il Theatre Royal, il luogo più antico della città, assomiglia a una scatola di gioielli, con un oro vivido ed un auditorium opulento con posti a sedere color turchese e moquette. È dotato di una serie di esibizioni che vanno dall’opera e balletto alla danza contemporanea, così come adattamenti di giochi classici come quelli di Agatha Christie e J.B. Priestly. La Royal Concert Hall ospita circa 400 spettacoli all’anno. Vario il suo programma ed è anche la sede principale del Celtic Connections, il più grande festival musicale invernale del mondo, e sede della Royal Scottish National Orchestra. Situato in una zona alla moda della città, conosciuta come Merchant City, il The Tron ospita tre spazi di performance intimi, un bar e una caffetteria. La Tron Theatre Company ospita concerti innovativi e d’avanguardia, tra cui Colquhoun & McBryde, incentrato sulla vita di due artisti scozzesi a Londra. Una parte integrante della cultura di Glasgow è il calcio che si riflette nella rivalità secolare tra le due squadre più importanti, il Celtic ed i Rangers, il primo è il club più ricco e di maggior successo nel paese. Un pacchetto VIP speciale lanciato dal Celtic, offre un pomeriggio piacevole, con parcheggio gratuito, cibi caldi e bevande al Café 1888, così come ottimi posti allo stadio. Per qualcosa di completamente diverso, provate il Club Noir, un locale burlesque assai popolare presso la O2 Academy.

Hotel

Grazie alla crescente popolarità di Glasgow tra i turisti nazionali ed internazionali, gli alberghi sono germogliati sia dentro che intorno alla città. L’Hotel du Vin, in stile vittoriano, si trova nella tranquilla via del West End, è composto da cinque case del 19° secolo, tutte collegate tra loro. Alti soffitti con stucchi decorati, caminetti in marmo, orologi d’epoca su camini e tende ricamate sono le caratteristiche distintive della sua eleganza. Una volta ex centrale elettrica scozzese del 19 ° secolo, l’Hotel Indigo è un elegante boutique hotel del centro, che rende omaggio alla storia intrigante di Glasgow, incentrando camere e corridoi alla riproposizione dello sviluppo della città. Il Grand Central Hotel ha aperto nel 1883 ed ha riaperto solo nel 2010 dopo un restauro durato 18 mesi, è definito “La gran dama di Glasgow”. Situato vicino alla stazione ferroviaria principale della città, con le sue porte che conducono direttamente nella hall, si respira da subito un senso di storia. Dalla collezione eclettica di ornamenti che adornano la sua lobby come un brillante cane rosso smaltato ed un pinguino, un nano ed una miniatura della Statua della Libertà sino ad arrivare ai computer che permettono il self check-in, il CitizenM è quanto di più futuristico troverete a Glasgow.

Cucina

Una combinazione di forte influenza cosmopolita ed una grande varietà di prodotti locali provenienti dalla campagna scozzese circostante, il che significa che Glasgow vanta numerosi ristoranti. Il Cail Bruich, che significa “mangiare bene” in gaelico, offre un ristorante intimo a conduzione familiare, guidato da Chris, un giovane chef il cui talento si riflette in piatti diversi, tra cui gli antipasti di Sabayon al cocco con curry reale e curry di nocciole; Vellutata di zucca con il latticello reale, salvia e parmigiano sable; fagiano Perthshire con  farro, carciofi,  funghi e salsa di tartufo. Luci soffuse ed accoglienti cabine a muro sono l’ideale per una cena romantica al Two Fat Ladies. La Cullen Skink, la zuppa locale, è descritta in modo divertente come “un abbraccio in una ciotola”, mentre gli amanti della pasta potranno godere dei ravioli fatti in casa con la zucca arrosto, Amaretti, piselli e crema di salvia, con semi di zucca tostati che aggiungono un sapore di nocciola. E’ difficile da battere il dolce al cioccolato fondente caldo e zenzero con crostini di gelato alle mandorle. Situato all’interno dello storico Grand Central Hotel, il Tempus offre un ambiente suggestivo con grandi colonne robuste e murales di Glasgow. Capesante in padella con lenticchie e pancetta in una deliziosa salsa cremosa è tra gli antipasti, mentre il petto d’anatra, con patate, funghi e tra i piatti principali. Cenare al bistrot del Hotel du Vin, Bistro du Vin, nel verdeggiante West End fa pensare ad un tempo passato , trascorso all’interno di questo edificio vittoriano con alti soffitti, caminetti in marmo e modanature ornamentali. Il suo menu classico offre ad esempio pancetta di maiale su un letto di purea di pastinaca e lattuga brasata o Coley con insalata tiepida di patate e pomodoro e salsa alle erbe, così come negli antipasti si trova la vellutata di zucca con patate dolci e patè di fegato di pollo su pane tostato.

Se i musei, gallerie d’arte, eventi sportivi e la buona cucina non sono sufficienti a soddisfare le vostre esigenze, va anche detto che Glasgow vanta il più grande spazio di shopping al dettaglio nel Regno Unito dopo Londra, il che comprende anche il suo centro “Style mile” che comprende Argyle Arcade, House of Fraser, Buchanan Galleries, Princes Square, Enoch Centre St., John Lewis e Debenhams. Per sensibilizzare il più rispettoso dell’ambiente, Glasgow ha anche 90 parchi e giardini pubblici.

Related Posts