Francoforte sul Meno

Francoforte sul Meno

Talvolta chiamata “Mainhattan” per via del suo skyline pieno di grattacieli, Francoforte sul Meno è la quinta città più grande della Germania. Molti viaggiatori hanno il loro primo contatto con la Germania in questa città perché l’aeroporto di Francoforte serve come principale hub internazionale del paese. Ed è una vergogna, perché anche se qui esistono ricchezze culturali e finanziarie, la città stessa non è particolarmente memorabile. Come per quasi tutte le città in Germania, bisogna considerare la seconda guerra mondiale nell’equazione della modernità di Francoforte sul Meno. Dopo la grande distruzione della seconda guerra mondiale, Francoforte è stata ricostruita in modo da recuperare una piccola porzione della sua antica Altstadt (città vecchia), ma altrimenti si è rivolta, in termini architettonici, al futuro invece che al passato. I visitatori che cercano un pezzo romantico o atmosferico della vecchia Germania non lo troveranno in questa metropoli veloce e cosmopolita. Invece Francoforte è una città rappresentativa della modernità alla quale è orientata la Germania. È stata una grande città bancaria fin da quando i Rothschild hanno aperto la loro prima banca qui più di 200 anni fa e da tempo è il centro finanziario non solo della Germania ma anche dell’intera Unione Europea, sede della Bundesbank, della banca centrale tedesca e del Banca centrale dell’UE.

Tante altre banche hanno sede qui, un fatto che contribuisce alla presenza di tutti quei grattacieli che compongono il design della città (compresa la Torre Commerzbank, l’edificio più alto dell’Europa occidentale) composto da facciate aziendali piuttosto insignificanti ed anonime. Il segno enorme che si trova sul Willy-Brandt-Platz di fronte al teatro dell’opera può essere considerato come il logo della città. I visitatori troveranno diversi ottimi musei a Francoforte, ma se il tempo in Germania è limitato, si può desiderare di salire su un treno veloce proprio sotto l’aeroporto e dirigersi verso Colonia.

Andate verso l’Altstadt (il centro storico) nel centro della città ed ammirare le case a graticcio del XIV e del XV secolo di Römerberg. Nelle vicinanze si trova la Goethe-Haus, la casa di nascita dello scrittore che mostra la sua scrivania e la biblioteca. Proseguite verso l’Altstadt, all’interno dell’elegante torre gotica di Dom St. Bartholomäus, poi muovetevi a sud a piedi verso Eiserner Steg, fino al argine ricoperto da museo. Non perdetevi il museo Städel, ricco di opere di Renoir e Monet e dei capolavori del XIV al XVI secolo.

La vita notturna si concentra intorno a Sachsenhausen, a sud del fiume Main. Questa intera area è  un grande bar all’aria aperta durante il fine settimana, passeggiate lungo la Schweizer Strasse o Textorstrasse per la più ampia selezione di bar e taverne dove bere tranquillamente. Provate il famoso vino di mele di Francoforte quando ti fermi da Adolf Wagner per una serata conviviale a Francoforte.

Piccoli morsi come salsicce riempiono la Fressgasse (letteralmente “Munch Alley”) a nord-ovest dell’Altstadt, è fiancheggiata da banchetti di snack e piccoli ristoranti. Oppure scegliete i menu asiatici sulla popolata Schillerstrasse. Esempio di specialità regionali hessiane come Tafelspitz (carne bollita) o schnitzel di maiale; Provatele con salsa verde (un mix di sette erbe tra cui il prezzemolo e l’erba cipollina). Da non perdere il mercato Kleinmarkthalle con specialità regionali, prodotti freschi e diversi stand di salsicce, spesso con lunghe linee. Entrambi sono disponibili a sud dell’Altstadt ad Historix, una cantina storica con vasti e moderni vetri.

Passeggiate attraverso il parco ed il giardino botanico Palmengarten nel Westend, in particolare il suo Tropicarium, una brillante esplosione di vegetazione tropicale. In estate, prendete il vostro asciugamano per tuffarvi sul fiume Meno di Francoforte; il Freibad Brentano è assai popolare. Oppure accomodatevi sulla piattaforma aperta a bordo della Linea Primus, mentre vi porta lungo il fiume attraverso la città. Per un giorno tranquillo, prendere l’Apple Wine Express che vi porta in giro attraverso la città su un tram ma nel contempo sorseggerete del vino locale di mele.

Related Posts