Ex Carceri adesso hotel di lusso

Ex carceri adesso hotel di lusso

Dove una volta si aveva diritto ad una sola telefonata, un sandwich ed un duro letto a castello, adesso si è coccolati con servizio di portineria, piatti deliziosi e le camere più confortevoli di sempre. Sono finiti i giorni bui dei criminali detenuti, in quanto oggi questi ex carceri stanno ospitando viaggiatori provenienti da tutto il mondo nella loro nuova vita da hotel di lusso. Alcuni possono minimizzare il loro passato, mentre altri mostrano con orgoglio la loro ricca storia, ma tutti sono ancora alla ricerca del modo perfetto per mantenere i propri ospiti dall’evasione.

The Thief

Potreste non sapere che una volta l’attuale quartiere degli affari, dell’arte e della vita notturna di Oslo, era un tempo una zona corrotta ed insensibile, dove si veniva giustiziati durante il 18° secolo. “Thief Island”, come veniva chiamata una volta, è ora Tjuvholmen, una penisola che vanta una bella architettura europea, musei d’arte moderna, negozi, ristoranti, bar ed al centro, il giustamente intitolato The Thief (foto sopra). Vi sentirete lontani dall’essere un detenuto grazie a servizi in camera come TV a schermo piatto LCD, Wi Fi gratuito ad alta velocità ed un sistema audio di Geneve per il vostro iPod. C’è anche un frigorifero ben fornito, piumini e cuscini di Høie, una macchina da caffè Nespresso e bagni spaziosi con docce a pioggia. Assaporate l’autentica cucina norvegese nel ristorante in loco o sorseggiare un bicchiere di champagne, mentre si guarda il tramonto sulla terrazza panoramica. L’hotel offre ai suoi ospiti anche l’accesso alle immagini ed i suoni della città tramite Oslo Escape Routes, quattro sentieri progettati specificamente per mostrare la splendida architettura di Tjuvholmen. 

Lloyd Hotel

Questo hotel ha una lunga storia di ospitalità di molto e diversi tipi di ospiti da quando è stata costruito la prima volta nel 1921. Il Lloyd Hotel ha iniziato come proprio un hotel di lusso per gli europei provenienti dal Sud America a bordo delle navi Royal Dutch Lloyd, in quanto è convenientemente situato sull’Eastern Docklands di Amsterdam. Dopo un fallimento nel 1935, gli ebrei russi si rifugiarono qui, per poi essere utilizzata dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale per tenere i prigionieri. Arrivati gli anni ’90, l’edificio è stato ancora una volta utilizzato come affitta camere, questa volta per artisti, come spazi di lavoro. Nel 2004, è stato riaperto come un boutique hotel ed è oggi uno dei punti di riferimento iconici della città. Il Lloyd Hotel è il primo al mondo ad offrire camere da una a cinque stelle, per ospiti di tutte le tasche, con camere a 5 stelle con sorprese speciali come una vasca da bagno che guarda fuori per una visione della luna, uno swing giocoso che pende dalle travi o un elegante pianoforte a coda che ispira a fare una serenata romantica.

Four Seasons Istanbul

A solo pochi passi da alcuni dei più famosi monumenti storici della città, come ad esempio l’Haghia Sophia del 6° secolo, il Palazzo Topkapi del 15° secolo e la Moschea Blu del 17° secolo, si trova il Four Seasons di Istanbul a Sultanahmet. Era un ex carcere ed è stato usato per detenere prigionieri politici, tra cui il famoso poeta turco e rivoluzionario comunista Nazim Hikmet. Nel 1996, questa bellezza neoclassica è stata trasformata in un hotel di lusso con 65 camere costruite intorno ad un cortile comune completo di orto profumato. Le spaziose camere sono state progettate in armonia con l’architettura del Vecchio Mondo di Istanbul, con dettagli orientali, pavimenti in legno e bagni in marmo. Al di fuori delle suite, gustate il tea del pomeriggio o un pasto leggero in una delle tre aree lounge oppure fate un assaggio della cucina locale presso il ristorante Seasons in vetro. 

Malmaison Oxford

Il Malmaison Oxford non cerca di nascondere il suo passato, ma piuttosto lo abbraccia. All’interno delle camere, accenti come mattoni a vista, porte di metallo pesante ed illuminazione fioca, danno la  sensazione di essere in cella, mentre comfort moderni quali la connessione Wi-Fi, lettori CD e TV digitale ricordano ai visitatori che non sono sulla lista dei ricercati , ma ospiti ben accolti. Scendete giù per le scale della prigione originale sino al Mal Brasserie, dove si sente il personale gettare  battute come “Eventuali ultime richieste” o “Tu sei dietro le sbarre.” Al check-out, assicuratevi di “rubare “il maggior numero di prodotti da bagno della stanza, tanto quanti ne potete mettere nella vostra valigia. Non vi preoccupate, non vi terranno in ostaggio, questo atto di sfida è fortemente incoraggiato. 

Liberty Hotel

Il Liberty Hotel è stato nominato come uno de “I migliori hotel negli Stati Uniti 2011” ma prima del 1991, era conosciuto a Boston come il carcere di Charles Street. Dopo una ristrutturazione di $150 milioni, ha abbandonato il suo passato traumatico ed ha riaperto i battenti nel 2007 per accogliere calorosamente i viaggiatori più esigenti e la gente del posto. Nuove caratteristiche di design come le alte finestre che coprono tre piani, nel corpo centrale, permettono l’ingresso di tanta luce naturale; inoltre arredi in stile contemporaneo sono presenti in tutte le camere e le aree comuni. Tra i ristoranti ecco il Clink, con barre alle porte e finestre ed un menu completo di piatti stagionali e sostenibili; l’Alibi, situato nel vecchio serbatoio, è un punto poco illuminato che offre cocktail artigianali e spuntini leggeri tra le immagini di celebrità sopra dei loro presunti “alibi”.

Related Posts