Dubai

Dubai

A Dubai, quasi tutto è destinato ad essere il più grande ed il migliore e non è uno scherzo. Qui troverete l’edificio più alto del mondo, le più grandi isole artificiali, la corsa di cavalli più ricca, la più grande festa dello shopping, il centro commerciale più grande e l’hotel più lussuoso. Le persone che vivono qui vi diranno che Dubai è in continua evoluzione, il che è un eufemismo. Dubai è cresciuta così velocemente che sembra quasi irriconoscibile da un anno all’altro. Ogni progetto è stato il più grande, il più audace e notevolmente il più costoso. Lo skyline si riempie sempre più  architettonicamente di arditi grattacieli. Il terreno è scolpito con nuovi canali e porti turistici. Il mare è dotato di nuove isole artificiali. In altre parole, non rimane ferma. Dal 2009 la crisi finanziaria globale ha rallentato la crescita frenetica di Dubai, ma non del tutto. L’indebitamento di Dubai World, un importante braccio di investimento del governo di Dubai, ha portato al rinvio a tempo indeterminato di alcuni dei progetti più ambiziosi dell’emirato, come il The World and Dubailand, anche se i funzionari sono rimasti misteriosi su quale di questi progetti grandiosi potrebbero riprendere quanto prima o essere annullati del tutto.

Il ritmo di costruzione del futuro dipenderà, senza dubbio, dallo stato dell’economia globale e dalla gestione finanziaria di Dubai. Nel frattempo, l’emirato continua la sua trasformazione in una città veramente globale. Con persone provenienti da tutto il mondo che vivono, lavorano e la visitano,  l’emirato continua a costruire le sue credenziali internazionali e cerca il meglio delle diverse culture che rappresenta. Fino a poco tempo fa, Dubai e la cultura di rado venivano riuniti nella stessa frase. Ma le cose continuano a cambiare su questo fronte, e oggi non vi è più di il solo Museo di Dubai per dare una sensazione del patrimonio e della cultura di Dubai.

Anche se non ci sono poi così tante attrazioni culturali, Bastakiya è un restauro perfetto di un quartiere arabo precoce e una passeggiata qui vi darà un forte senso della storia di Dubai. Trascorrete un po’ di tempo a piedi o prendete un dhow lungo il torrente, ancora di salvezza della città, dove il dhow rappresenta ancora il mezzo del loro commercio tradizionale. Molte delle migliori gallerie d’arte di Dubai si trovano nella zona di Al Quoz, una zona industriale poco attraente piena di fabbriche e magazzini. Eppure, una comunità artistica dinamica vive qui e ci sono un certo numero di spazi d’arte tutti da visitare. Altre gallerie hanno aperto nei principali centri commerciali ed hotel di Dubai, con il fine di costruire un’immagine più culturalmente consapevole.

Dubai è riconosciuta in tutto il mondo per i suoi sviluppi turistici ambiziosi, che hanno contribuito a trasformare il piccolo emirato in una destinazione di viaggio importante in appena un paio di decenni. Tra le sue imprese più straordinarie, è stato recentemente aperto edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa, il Dubai Mall, uno dei più grandi centri commerciali del pianeta e la Palm Jumeirah, che è sede di Atlantis, The Palm. Questi sono alcuni degli ultimi investimenti grandiosi di Dubai, però, altri progetti stravaganti, come il The World e gran parte di Dubailand, sono stati sospesi o cancellati a seguito della crisi finanziaria globale del 2009 e il debito sconcertante di Dubai. Resta da vedere quale di questi progetti, al momento in fase di stallo, avranno un’altra possibilità.

Qui le attrazioni turistiche hanno lo scopo di impressionare. Il fatto che lo Ski Dubai è stato costruito è un risultato a sé stante; situato in uno dei deserti più caldi del mondo, una stazione sciistica qui, quasi supera la fantasia. E si può anche visitare lo Ski Dubai senza allontanarsi più di alcuni metri dalla comodità del proprio chalet di montagna a firma Kempinski o dai corridoi di aria condizionata del Mall of the Emirates, proprio dove si desidera essere in estate, quando l’aria esterna è calda come l’Ade ed è capace di sciogliere pure i vostri occhiali da sole. L’ovvia alternativa è quella di andare all’Aquaventure presso il resort Atlantis e trascorrere il pomeriggio sfrecciano giù per gli scivoli d’acqua ed inzuppare la testa in pozze di marea e lagune, appena dopo aver passato la piscina con i delfini a Dolphin Bay.

Tranne che nei mesi più caldi, Dubai è un paradiso per gli sport all’aria aperta, in particolare per le attività di spiaggia, golf e tennis. Tutte le principali località balneari offrono sport acquatici, e una serie di ottimi parchi invitano a passeggiare, fare jogging, rollerblade o andare a fare un giro in bicicletta. Andare a cammello e le corse di cavalli sono aspetti importanti del patrimonio di Dubai e ad oggi vengono ospitate gare e tornei importanti sia di golf che di tennis internazionale. Un safari nel deserto è una delle attività più divertenti che si possono fare al di fuori della città, con una macchina 4×4, un cammello, un pranzo delizioso sotto le stelle ed un intrattenimento arabo. Coloro che hanno più tempo possono prendere in considerazione un’avventura in campeggio durante la notte nel deserto per ottenere una maggiore prospettiva approfondita della vita araba al di fuori della metropoli.

Non c’è alcun dubbio: Dubai è un paradiso dello shopping. Tutto ruota intorno ad High Street. Si potrebbe sostenere che tutte le mode internazionali che sono presenti qui sono disponibili a Londra, New York o Milano e che Dubai in realtà non è meno costoso che altrove tranne nel corso di un paio di periodi di festa. Se si sta veramente cercando autentici merci del Medio Oriente, Dubai è quasi al centro della produzione, ed i prezzi sono più ragionevoli. Tuttavia, c’è qualcosa che va ben al di là del puro shopping. A volte sembra che tutta la cultura di Dubai ruoti intorno a spendere soldi. Questo è altrettanto vero per i locali e gli stranieri come per i visitatori. I locali sono una minoranza nella propria terra, ma li vedi in massa presso i centri commerciali, dal momento che lo shopping è un passatempo preferito in famiglia.

I giovani locali tendono a raggrupparsi nei centri commerciali. In estate, i centri commerciali con aria condizionata a palla, sono gli unici luoghi dove qualcuno desidera andare, dal momento che è fuori è caldo come all’inferno. Così, l’intera popolazione finisce per fare shopping per tutta l’estate, in particolare durante il Dubai Summer Surprises, con solo un calo marginale in autunno. E poi c’è il Dubai Shopping Festival, l’apice dello shopping frenetico per tutto l’anno che cresce anno dopo anno, come la gente che si riversa a Dubai, da tutte le direzioni, per riempire i loro sacchetti, prendere il sole e tornare a casa con più foto ma con meno risparmi.

La diversità delle merci presso i numerosi centri commerciali, mercati e negozi è davvero impressionante, il risultato del patrimonio di Dubai come centro in espansione del commercio. Ci sono i souk tradizionali che vendono di tutto, dai tessuti e tappeti di antiquariato, all’artigianato, l’elettronica, generi alimentari e spezie. C’è il famoso Dubai Gold Souk, dove la contrattazione abile può far realizzare un ottimo affare. Ci sono i mega-centri commerciali che assomigliano a parchi  divertimento, grandi negozi di classe mondiale che vendono le ultime mode internazionali e negozi indipendenti e boutique eclettiche che offrono prodotti per soddisfare i gusti più particolari. Troverete facilmente riconoscibili i prodotti americani, europei ed asiatici, ma fate attenzione a non trascurare ciò che Dubai offre di più unico: gioielli dal design del Medio Oriente, locali alla moda, profumi arabi, tappeti ed arazzi, oggetti d’antiquariato, narghilè ed altri beni regionali.

Le tradizionali aree commerciali di Dubai includono Al Riqqa Road, Al Dhiyafa Road, Bani Yas Square e Karama, che vende le merci principalmente piratate e contraffatte. Le mode di fascia alta sono disponibili lungo Jumeirah Beach Road, presso i numerosi grandi centri commerciali e nel complesso duty free in aeroporto. E’ aperto accanto all’edificio più alto del mondo, il Dubai Mall a Burj Khalifa, superando il Mall of the Emirates e diventando il più grande centro commerciale della città e il più grande centro commerciale al di fuori del Nord America. Offre oltre un migliaio di punti vendita al dettaglio, 160 ristoranti, una pista di pattinaggio, un acquario gigante, cinema ad alta tecnologia e parco a tema, un centro di intrattenimento per bambini, hotel di lusso ed un sorprendente spettacolo di fontana ad acqua. A New Dubai, The Walk at Jumeirah Beach Residence (JBR) sta rapidamente diventando il luogo più trendy in città per lo shopping all’aperto e dove osservare la gente. L’alta qualità persiana ed altri tappeti regionali sono oggetti di firma di Dubai, che si possono acquistare più facilmente, se non più a buon mercato, che nella maggior parte delle altre grandi città. La maggior parte dei grandi centri commerciali ci sono negozi che vendono tappeti fatti a mano, così come nei souk più tradizionali. Siate sicuri di fare il vostro lavoro, guardatevi intorno, ispezionate i tappeti e contrattate prima di prendere una decisione finale, in quanto un bel tappeto può essere un investimento importante. I più costosi sono generalmente i tappeti di seta provenienti dall’Iran.

Se siete in Medio Oriente e cercate vita notturna, dovete andare a Dubai. Le molte nazionalità che vivono qui e che visitano questo emirato, relativamente liberale, garantiscono una diversità che dà al posto una ricchezza unica. Mentre le arti dello spettacolo rimangono sottosviluppati, il bar e la scena club mette Dubai alla pari con le altre principali città e località turistiche. L’azione qui ruota attorno gli hotel, dal momento che con solo poche eccezioni, sono questi i luoghi che hanno autorizzazione di vendere alcolici nei propri ristoranti, bar e club. Mentre non è permesso bere in molti paesi arabi ed anche in alcune parti degli Emirati Arabi Uniti come ad esempio nella vicina Sharjah, i non-musulmani sono liberi di bere a Dubai. Una serata in una shisha bar, la maggior parte dei quali sono senza licenza e non servono alcolici, è l’attività notturna più tradizionale per i locali. Tra le zone più vivaci con più ristoranti, bar e club presenti in un unico luogo ecco Madinat Jumeirah, le Piramidi di Wafi City, il Boulevard ad Emirates Towers e Dubai Marine Beach Resort & Spa. L’hot spot più recente è il The Walk at Jumeirah Beach Residence (JBR). I più grandi hotel e resort offrono molteplici opzioni di intrattenimento. Scegliendo uno di questi centri di intrattenimento, avrete la possibilità di visitare più strutture durante il vostro soggiorno in città. Si riduce al minimo anche la vostra necessità di affrontare il traffico e trovare parcheggio, che può essere difficile durante il weekend.

Il momento migliore per la musica dal vivo è durante il Dubai International Jazz Festival, che si svolge al Dubai Media City per circa 2 settimane in febbraio. Non è solo jazz tradizionale ma altresì acid jazz, jazz funk, jazz orientale e tutti i tipi di altri stili che fanno parte della line-up, che è in espansione dal momento che il jazz ha iniziato ad arrivar qui nel 2003. La musica dal vivo non è consentita durante il Ramadan, dove le discoteche rimangono chiuse. Eppure, non c’è molto da fare la sera nel corso del mese sacro. I ristoranti sono pieni all’inizio del tramonto e tendono a rimanere aperti fino alle 2 o 3 di notte, con persone che parlano, sorseggiando bevande analcoliche e fumano shisha. Alcuni bar dell’hotel servono alcool durante questo periodo, ma solo dopo il tramonto. Questi bar sono in genere molto più tranquilli che durante il resto dell’anno.

Related Posts