Fantasmi ad Halloween

Dormire con i fantasmi in America

Dormire con i fantasmi negli hotel più infestati d’America non è sicuramente qualcosa per i deboli di cuore, ma per molti è un’avventura indimenticabile, assolutamente da non perdere, soprattutto con Halloween alle porte. E quando gli spettri hanno il buon gusto di tormentare hotel di lusso e/o alberghi intimi, si può valutare di vivere un esperienza unica per una notte. Quindi se vi trovate in giro per gli Stati Uniti D’America, di seguito cinque suggerimenti su dove far amicizia con fantasmi durante la notte più scream dell’anno.

Hotel Alex Johnson

(Rapid City, South Dakota): Una volta conosciuto come “La Showplace del West”, lo storico Hotel Alex Johnson è ora considerato uno dei luoghi più infestati d’America. Eppure nessuno sa il perché la “Signora in Bianco” ossessiona l’8° piano di questo hotel. Costruito nel 1927 da un magnate delle ferrovie, è stato concepito in modo da coincidere con la costruzione di una vicina “trappola per turisti” chiamato Mount Rushmore. Il fantasma si crede che sia un cliente abituale che misteriosamente si è lanciato dalla finestra della stanza 812, morendo sul colpo. Da allora ci sono stati occasionali avvistamenti di fantasmi nelle stanze e gli ospiti del piano 8 a volte si svegliano e trovano la loro finestra inaspettatamente aperta, ed i cassetti tutti rovesciati. Che si trattasse di suicidio, omicidio o un incidente non lo sapremo mai, ma è chiaro il motivo per cui la signora che gode di buon gusto ha scelto l’Alex Johnson: è il miglior hotel in Black Hills, pieno di fascino storico ed impreziosito dallo stiloso Vertex Sky Bar sul tetto. L’Hotel Alex Johnson ha ospitato sei presidenti degli Stati Uniti da Calvin Coolidge a Ronald Reagan, ma è forse più famoso per essere il rifugio di Alfred Hitchcock e Cary Grant durante le riprese di “North by Northwest”.

The Timberline Lodge

(Mt. Hood, Oregon): Questo è il The Shining Hotel! Quando il regista Stanley Kubrick cercava il posto ideale per il fittizio Overlook Hotel, questo lodge di sci datato 1930 sito sulla cima del monte di Oregon Hood, ha impressionato il regista ed anche l’autore di The Shining, Stephen King, che lo ha approvato in toto. Questo hotel attira più di un milione di persone ogni anno e questa struttura che è stato insignito del National Historic Landmark è immediatamente riconoscibile per la sua imponente muratura in pietra, travi intagliati a mano ed il tetto inclinato. Per i cacciatori di fantasmi, la camera più popolare in hotel è la numero 217 a causa del suo ruolo nel libro. Ironia della sorte, il Timberline Lodge ha chiesto che Kubrick non menzionasse quella camera nel film, temendo che sarebbe stato controproducente, così Kubrick, rispettando la richiesta, ha creato una camera inesistente, la 237 esclusivamente per il film. Se si cerca pace e tranquillità o un posto intimo dove fare festa, l’ideale è la Silcox Hut, la più alta la stanza di un albergo dell’Oregon ed una delle più grandi al mondo in quanto può ospitare sino a 24 ospiti.

The Stanley Hotel

(Estes Park, Colorado): Anche se il Timberline Lodge è per i fan di The Shining un must, in realtà nel lodge dell’Oregon sono state girate solo in un paio di scene esterne; tutte le scene interne sono state girate al Elstree Studios in Inghilterra con un richiamo di esterni del Timberline. Stephen King a quanto pare, ha finito per odiare il film di Kubrick, tanto che ha sostenuto il rifacimento del film nel 1997 girato al The Stanley Hotel, il villaggio storico che ha ispirato lo scrittore a scrivere The Shining. Il grand hotel all’ingresso del Parco Nazionale delle Montagne Rocciose divenne noto come uno dei luoghi più infestati negli Stati Uniti. Nella stanza 407 si può ancora sentire l’odore del fumo della pipa del conte di Dunraven. Gli ospiti della stanza 217 a volte godono di servizi extra di pulizia, come svuotamento ed sistemazione vestiti, coperte piegate ed altro probabilmente è lo spettro di una governante che nel 1911 a causa di un incidente è morta all’interno di quella camera. Ma è la camera 418 quella più infestata dell’hotel, dicono il personale, che insistono di aver visto i fantasmi dei bambini e anche i segni del loro passaggio sui materassi. Lo stesso Stephen King ha riferito di aver visto un fantasma di un bambino piccolo al secondo piano. Ogni anno The Stanley Hotel celebra la presenza di eventi soprannaturali, così come l’opera letteraria di Stephen King, con diversi eventi tra cui la Shining Ball, Halloween Masquerade Party, un Pacchetto Avventura a caccia di Fantasma con soggiorno in una camera dell’infestato 4° piano ed altro ancora. “Ci aspettiamo che queste attività riuniranno tante persone provenienti da tutto il mondo per qualcosa da ricordare per sempre”, dice il Direttore generale, Frank Wetenkamp. Per la propria esperienza Shining, prendere uno sgabello al Cascades Whiskey Bar, proprio come Jack Torrance ha fatto, ed ordinare un Corpse Reviver dal barista…che potrebbe o non potrebbe essere un frutto della tua immaginazione contorta. Ma una cosa è certa: lui è stufo di clienti che fanno imitazioni di Jack Nicolson.

The Queen Mary

(Long Beach, California): Una volta era la più grande nave passeggeri del mondo ma nel 1967 la maestosa Queen Mary si ritirò dalle acque, diventando un hotel permanentemente ancorato. Il rinnovato “Grey Ghost” presenta un autentico stile Art Deco ed originali opere d’arte all’interno delle cabine e delle suite. Ma non solo, a fare da contorno tanti spiriti che girano per la nave, che sembrano essere degli ex ospiti che hanno navigato a bordo molto tempo fa. Il salone della Regina è presumibilmente il luogo più inquietante della nave in quanto è il posto preferito del fantasma di una giovane donna vestita di bianco, mentre una signora di una classe sociale inferiore è stato vista nella piscina della classe turistica. Gli spiriti di due vittime annegate in piscina infestano la piscina della First Class, mentre dei bambini sono stati visti e ascoltati nei pressi del deposito ed un signore in un vestito del 1930 indugia in una suite di prima classe. Quando la nave fu utilizzata durante la nella seconda guerra mondiale, un evento tragico accadde al suo interno, in quanto annegarono circa 300 uomini, e si dice che a volte si possono essere dei rumori provenire dalle pareti esterne e grida di aiuto. Recentemente, due operai in due occasioni diverse, erano in una First Class Pool Room quando sono stati graffiati da qualcosa. Casualmente questo si è verificato durante il Queen Mary’s Dark Harbor un evento che si tiene sulla nave per celebrare Halloween. La nave offre anche passeggiate paranormali, escursioni di indagine ed una cena con gli spiriti che unisce il cibo con con una caccia al fantasma ed un tour stregato. Nel vecchio forno della nave fu trovato il corpo del cuoco della nave durante la seconda guerra mondiale che fu ucciso perché le truppe odiavano la sua cucina. Scegliere la vostra camera non sarà difficile perché tutte le 346 cabine sono quelle originali di un tempo alle quali si vanno ad abbinare 9 suite uniche nel genere. Basta non chiedere la Cabin B340 perché si dice avesse così tanti disturbi che è stata tolta dalla vendita. Dormi bene!




Related Posts