Caraibi

Volare ai Caraibi in inverno

Con il colore delle foglie che cambiano e le temperature che si abbassano, ci accingiamo a preparare le valigie per volare verso il sud per l’inverno. Quest’anno si pensa ai Caraibi anche grazie alla grande quantità di nuovi hotel, alle acque turchesi ed a tratti chilometrici di sabbia finissima. Di seguito alcuni spunti di una parte del mondo che da sempre riscuote grandi consensi, dalla chiaccherata St. Kitts alle sempre glamour Isole Vergini Britanniche.

Vieques, Porto Rico

La Chiva

E’ dura non poter scegliere Vieques a causa del suo facile accesso, il fascino rilassato ed i famosi cavallini selvatici che vagano per le sue spiagge di sabbia finissima. Ora c’è un altro motivo per il quale si deve aggiungere questa destinazione alla Vostra lista: il suggestivo hotel El Blok, che ha introdotto l’alto design all’interno dell’isola da quando ha aperto alla fine dell’anno scorso. Le 21 camere sono realizzate in calcestruzzo, con legni duri e tocchi indigeni selezionati a mano, come Methven dalla Nuova Zelanda e rubinetti Fima provenienti dall’Italia. C’è un’installazione di alghe nella hall fatta dagli artisti di San Juan, Jaime e Javier Suarez nonché un ristorante firmato da decano della cucina locale Jose Enrique. Se l’estetica forte di El Blok non lo gradite, date un occhio al W Vieques, dove stanze ariose dispongono di terrazze private che si affacciano sul mare e dove la vita notturna è uno delle migliori dell’isola.

St. Thomas

Hull Bay

Prevedete per il Vostro viaggio una visita a Hull Bay, una delle poche spiagge di St. Thomas senza un hotel e molto meno affollata rispetto alla popolare Magens Bay. Affittate un paddleboard da Bluewater Safari, quindi premiate i vostri sforzi con un punch al rum sul bar della spiaggia Hull Bay Hideaway. Dopo il tramonto, visitate il sito di Iggie Beach Bar in Bolongo Bay per il reggae e calypso dal vivo e balli fino alle ore piccole. Da non dimenticare di riservare un pomeriggio per vagare per i negozi lungo le stradine lastricate del centro di Charlotte Amalie. Il nostro ricordo preferito: un paio di sandali in pelle su misura da Zora di St Thoms, che fa scarpe a mano dal 1962.

St. Barths

Flamands Bay

Alberghi super lusso, ristoranti di alta fascia e boutique di famosi stilisti, St. Barths è stata a lungo un rifugio per l’elite della società. In questi giorni l’epicentro del lusso in fatto di hotel è targato LVMH con la sua proprietà Cheval Blanc St. Barth Isle de France, che si ispira al glamour come i marchi di moda presenti al suo interno. Se non avete voglia di spendere tutti i risparmi di una vita, c’è l’Hotel Le Village, a conduzione familiare, con camere colorate e ville che si affacciano sull’acqua o sul verde lussureggiante.

St. Kitts

Parco Nazionale del Brimstone Hill Fortress

St. Kitts è diventato un pioniere del movimento alimentare sostenibile da quando Belle Mont Farm Hotel ha aperto lo scorso anno. Si sviluppa su 400 acri di alberi punteggiati da banane, sito ai piedi del Monte Liamuiga, la proprietà sul lungomare è stato progettato da premiato architetto Bill Bensley, che ha dato alle camere la classica bellezza delle Indie Occidentali. Il luogo è il sogno di ogni locavore: casse di frutta fresca vengono consegnate agli ospiti ogni mattina, il campo da golf a 18 buche è fiancheggiato da piante commestibili ed il menu del ristorante fattoria è focalizzato e realizzato con ingredienti coltivati ​​in loco e provenienti da locali. Al di là della struttura, non c’è molto da esplorare: il Parco Nazionale del Brimstone Hill Fortress, oggi patrimonio mondiale dell’Unesco; Caribelle Batik, dove si possono vedere oggetti di artisti artigiani e kaftani fatti a mano; e spiagge di sabbia bianca infinite.

Bahamas

Emerald Bay

Se c’è una cosa che le Bahamas offrono è la loro diversità, con opzioni di hotel di tutti i tipi e fasce, dal boutique eco-chic come il Tiamo Resort al colosso Atlantis a Paradise Island ideale per famiglie. Ci sono opzioni infinite come attività per vivere appieno tutto l’arcipelago, dalle escursioni al Parco nazionale Lucayan a Grand Bahama al bonefishing ad Andros. Per un’esperienza divertente ed educativa per i bambini, visitate i Pirati interattivi dei Museo Nassau, che include una replica di una nave pirata.

Repubblica Dominicana

Punta Cana

Fino a poco tempo fa, la maggior parte dell’energia del turismo della Repubblica Dominicana si concentrava su Punta Cana, sulla costa settentrionale, ma anche il resto della nazione è grande per godere di spiagge private, ristoranti deliziosi e casitas freestanding sul bordo di una scogliera. I nostri alberghi preferiti sono il Casa Bonita Tropical Lodge a Barahona, luogo perfetto dove uomo e natura si fondono in un ambiente rustico, ma al contempo elegante; a Samana troviamo il The Bannister Hotel ed il Sublime Samana ideali per godere della bellezza naturale, della giungla tropicale e di spiagge incontaminate; Casas del XVI si trova a Santo Domingo per soggiornare in una casa storica sita nel centro della capitale per sentirsi come Cristoforo Colombo che ha introdotto l’Europa a questo nuovo mondo.

Giamaica

Port Antonio

Direttametne da James Bond, icona creata da Ian Fleming, ecco Goldeneye che debutta questo autunno con un ristorante totalmente ripensato, una piscina e 26 cabine su di una spiaggia appartata, il tutto progettato da Ann Hodges. Le suite ottagonali si affacciano sull’acqua blu (non ci sono condizionatori d’aria, la brezza dell’oceano è l’unico sistema di raffreddamento necessario). A Port Antonio, i magnati della musica britannica John Baker e Steve Beaver hanno contribuito al restyling del Trident Hotel, con una sala cabaret che evoca l’epoca del Calypso Bop ed un pianoforte 1917 Steinway usato per spettacoli jazz dal vivo.

Anguilla

Meads Bay

Quando Malliouhana ha aperto su questa piccola isola nel 1980, questo hotel glamour divenne presto un celebre rifugio per le star di Hollywood. Tre decenni più tardi, è tornato al suo antico splendore dopo un lifting, del quale aveva bisogno. Gli interni sono fatte in stile cina, con tonalità turchese e giallo, mobili coloniali inglesi ed una vista da cartolina degna di Meads Bay. La sera sulla spiaggia Sandy Ground, l’idolo locale Pumphouse mette in mostra reggae dal vivo oppure all’Elvis Beach Bar si può provare un bicchiere di rhum locale fatto direttamente dal proprietario.

Turks e Caicos

Grace Bay

Ci sono alberghi molto speciali nonché una pletora di opzioni di ville in affitto, il che significa che le isole Turks e Caicos funzionano bene per gruppi di qualsiasi tipo di portafoglio. Scoprire spiagge oppure optate per attività come il bonefishing, il golf, il diving e la vela, inoltre ci sono anche un paio di casinò per gli amanti dell’azzardo del gruppo. Per un’esperienza davvero incredibile, visitate le isole tra gennaio e marzo, quando le megattere migrano attraverso il mar dei Caraibi, quindi da non perdere un tour di whale-watching con operatori come Salt Cay Divers.

Isole Vergini Britanniche

Virgin Gorda

Un nuovo lusso è arrivato a Virgin Gorda con l’apertura del Nut Bay Oil. Situato sulla punta di una penisola orientale mozzafiato, il resort è molto privato in quanto può essere raggiunto solo in barca o in elicottero. Le 11 ville luminose mescolano divani in pelle bianca con inserti in legno scuro e dispongono di piscine private con capanne tiki. Il fattore del lusso non si ferma qui: servizio maggiordomo, un beach club sciccoso ed una marina di proprietà sono solo alcuni dei servizi extra high-end. Si può essere tentati di non lasciare mai la proprietà, ma si può noleggiare un catamarano da Festiva Sailing Vacations a John Van Dyke. L’isola è sede del famoso Soggy Dollar Bar ed il suo rinomato cocktail antidolorifico.

St. Lucia

Pitons

I maestosi Pitons di St Lucia sono perfetti per una fuga romantica da abbinare a ville con piscina privata in proprietà eleganti come il Jade Mountain, il Ladera ed il Cap Maison, senza dimenticare le Spa come Kai Belte ad Anse Chastanet, così da vivere una vacanza perfetta. Se si dispone di tanta energia, godetevi l’escursione sul Gros Piton per una vista mozzafiato. Le viste subacquee sono altrettanto incredibili, con siti di classe mondiale di immersione come il Coral Gardens ed il Superman’s Flight.

Grenada

Grand Ans Beach

Non è chiamata l’isola delle Spezie per finta, è davvero possibile sentire l’odore della noce moscata presente nell’aria di Grenada. E potrebbe anche essere chiamata l’isola della frutta grazie anche sensuali colline verdi dove cresce abbondantemente di tutto. Poi di nuovo si potrebbe chiamare l’Isola delle Spiagge per la pletora di tratti di sabbia fine. Grenada è una nazione insulare composta da Grenada stessa e da sei isole minori site all’estremità meridionale delle Grenadine nel Mar dei Caraibi del sud-orientale. Grenada offre uno stile di vita così puro ed autentico che ci si sente immediatamente rinvigoriti. Queste incantevoli isole vantano tratti di spiagge di sabbia bianca, tesori sommersi ornati da coralli e paesaggi incontaminati tutti da scoprire.




Related Posts