Lampa Design Hotel

  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel
  • Lampa Design Hotel

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
1
1483228800
1
[]
{"default":{"name":{"default":"Available","hr":"Slobodno","cs":"Volno","da":"Ledigt","nl":"Vrij","en":"Available","fr":"Libre","de":"Frei","hu":"Szabad","it":"Libero","ro":"Disponobil","ru":"\u0414\u043e\u0441\u0442\u0443\u043f\u043d\u043e","sk":"Vo\u013en\u00fd","es":"Libre","sv":"Ledigt","uk":"B\u0456\u043b\u044c\u043d\u043e","no":""},"color":"#DDFFCC","splitColor":false,"bookable":"yes"},"1":{"name":{"default":"Booked","hr":"Zauzeto","cs":"Obsazeno","da":"Booket","nl":"Bezet","en":"Booked","fr":"Occup\u00e9","de":"Belegt","hu":"Foglalt","it":"Prenotato","ro":"Rezervat","ru":"\u0417\u0430\u043d\u044f\u0442\u043e","sk":"Obsaden\u00fd","es":"Reservado","sv":"Bokat","uk":"\u0417\u0430\u0439\u043d\u044f\u0442\u043e","no":""},"color":"#FFC0BD","splitColor":false,"bookable":false}}
1
it
1
1

Il Lampa Design Hotel è una scelta assai rinomata tra i visitatori di Istanbul, sia che siano lì per esplorare la città sia che siano solo di passaggio. Il Lampa Design Hotel dà il benvenuto ad esplorare Istanbul partendo da una posizione ideale, dal momento che l’hotel si trova nel vivace quartiere di Sisli, il centro della città di Istanbul. Questo hotel offre un’esperienza unica di “hotel boutique di design” con il calore della lampada antica a gas ed un’architettura minimalista.

L’edificio incorpora alcune delle lampade a gas della collezione di Orhan Utan che si combinano all’interno con un design industriale moderno, il parquet in legno naturale, scale in marmo ed elementi in metallo. Inoltre opere d’arte ed un’incantevole facciata ideata dall’architetto Selami Çiçek, aggiungono il tocco finale a questo hotel squisitamente elegante.

Tutte le 20 camere hanno varie dimensioni e sono state progettate con mobili su misura, servizi speciali ed opere d’arte uniche, ispirate al celebre artista Fikret Mualla Saygi (1904-1967). Le camere sono state pensate per fornire un livello ottimale di comfort con accoglienti arredi ed alcuni servizi moderni. Bagni con vetri a muro ed balconi alla francese, presenti in ogni camera, creano una sensazione di spaziosità infinita nelle camere. A seconda della stagione cambiano i loro comodi set piumini che vengono sostituite con trapunte speciali con il fine di creare il miglior ambiente rilassante per i propri ospiti. Ogni camera dispone di un sistema centrale di aria condizionata che si gestisce individualmente, minibar e vassoio di caffè ed acqua calda. Ogni bagno è arricchito con doccia a pioggia, prodotti da bagno Co Bigelow e prodotti per la cura personale, appositamente confezionati per il Lampa Design Hotel. Come caratteristiche standard, ogni camera ha cassaforte, telefono con linea diretta e connessione wireless gratuita.

Il Lampa Lab è il luogo dove gli ospiti possono gustare una deliziosa colazione ed il pomeriggio è l’ideale per un pausa caffè. Il Lampa Lab può essere prenotato sia per eventi speciali che come spazio di lavoro collettivo. C’è connessione Wi-Fi per ospiti d’affari ed è provvisto di splendida terrazza per piccoli incontri all’aperto.

Il Lampa Design Hotel sostiene l’approccio olistico per l’ospitalità. Il concetto di design non è solo limitato all’architettura, ma anche ai servizi offerti che sono personalizzati. Grazie ai pannelli solari, alleggerimento del LED, ai materiali naturali ed ai prodotti riciclabili, il Lampa Design Hotel offre servizi a basso impatto ambientale. Questo splendido Hotel si trova nel quartiere di Sisli, il centro di Istanbul ed è il luogo perfetto da dove partire per esplorare Istanbul grazie ad una flessibilità senza pari, dal momento che si trova nel mezzo del principale quartiere turistico a pochi passi da Piazza Taksim e la principale zona commerciale Maslak. L’hotel non è solo una comoda base per scoprire la città a piedi, ma è anche vicino ai collegamenti della metropolitana e degli autobus, dal momento che è situato tra 2 principali fermate della metropolitana e vicino a diverse fermate di autobus cittadini.

Comfort Room

Le camere comfort con i loro 18 mq, dispongono di mobili su misura ed un bagno con pareti in vetro con  persiane oscuranti ed una testata intrigante frutto del lavoro del celebre artista Fikret Mualla Saygi (1904-1967). Ci sono 8 camere comfort disponibili con King o Twin Bed. I servizi inclusi sono: minibar, TV LCD da 32 pollici, canali via cavo / TV, telefono, connessione ad alta velocità Wi-Fi, riscaldamento ed aria condizionata con controllo individuale, grandi finestre che si aprono sulla città, cassaforte in camera (abbastanza grande per inserire un laptop), un bagno in marmo con doccia a pioggia, prodotti esclusivi Co.Bigelow, accappatoi e pantofole, armadio/guardaroba, asciugacapelli, mini-bar, caffè e tea e bollitore elettrico.

Comfort Plus Room

Le camere comfort plus sono grandi 22 mq e dispongono di mobili su misura ed un bagno con pareti in vetro con  persiane oscuranti ed una testata intrigante frutto del lavoro del celebre artista Fikret Mualla Saygi (1904-1967). In aggiunta rispetto alle comfort room, in questa tipologia di camera è presente una poltrona da lettura ed un tavolino. Ci sono 10 Comfort Plus Room, disponibili con letti King o Twin. I servizi inclusi sono: minibar, TV LCD da 32 pollici, canali via cavo / TV, telefono, connessione ad alta velocità Wi-Fi, riscaldamento ed aria condizionata con controllo individuale, grandi finestre che si aprono sulla città, cassaforte in camera (abbastanza grande per inserire un laptop), un bagno in marmo con doccia a pioggia, prodotti esclusivi Co.Bigelow, accappatoi e pantofole, armadio/guardaroba, asciugacapelli, mini-bar, caffè e tea, bollitore elettrico ed un desk.

Deluxe Terrace Room

Ci sono 2 Deluxe Terrace Room con dimensioni di 30 mq. Entrambe hanno un proprio balcone privato. La capienza massima per questo tipo di camera è di 3 persone. Si assicura il massimo comfort con letto king size ed un divano letto. Oltre ai dettagli di un bagno standard, le Deluxe Terrace hanno una loro jacuzzi, pronta per gli ospiti. I servizi inclusi sono: minibar, TV LCD da 32 pollici, canali via cavo / TV, telefono, connessione ad alta velocità Wi-Fi, riscaldamento ed aria condizionata con controllo individuale, grandi finestre che si aprono sulla città, cassaforte in camera (abbastanza grande per inserire un laptop), un bagno in marmo con doccia a pioggia, prodotti esclusivi Co.Bigelow, accappatoi e pantofole, armadio/guardaroba, asciugacapelli, mini-bar, caffè e tea ed un bollitore elettrico.

Lobby Hall

La Lobby Hall è dove si accolgono gli ospiti con prelibatezze speciali. Un iMac è pronto per l’uso degli ospiti che è altresì collegato con un stampante e scanner.

News

La passione del proprietario Sig. Orhan Utan:

La parola “Lampa” indica lampada in diversi dialetti turchi, così come in diverse altre lingue. Il proprietario Orhan Utan ha scelto questo nome per via del suo amore ed apprezzamento verso le lampade a gas d’epoca. Mr. Utan ha raccolto lampade negli ultimi 15 anni. La sua collezione comprende quasi 200 pezzi ed ogni pezzo viene selezionato a mano e talvolta anche riparato da lui personalmente. Come un avido collezionista, il signor Utan è sempre alla ricerca di perfetti nuovi pezzi da aggiungere alla sua sempre crescente collezione. Non è un caso che l’entusiasmo del Sig. Utan verso le lampade a gas ha ispirato il design dell’hotel, che ha aperto di recente. L’Hotel Lampa introduce un’esperienza unica di “boutique hotel di design” con il calore delle lampade a gas e di un’architettura industriale minimalista. L’edificio incorpora alcune delle lampade a gas della collezione di Orhan Utan, all’interno di un mix di design moderno industriale, parquet in legno naturale, scale in marmo ed elementi in metallo. Inoltre le opere d’arte ed un’incantevole facciata ideata dall’architetto Selami Çiçek, aggiungono il tocco finale a questo hotel squisitamente elegante.

Il Lampa Lab presenta il notevole tocco dell’architetto Nilüfer Kozikoglu ed il patio è ornato con i disegni di Fem Güçlütürk. Tutte le 20 camere sono decorate con pezzi d’arte unici, ispirati al celebre artista Fikret Mualla Saygi (1904-1967).

Quando andare:

Decidere il periodo migliore per visitare Istanbul, durante l’anno, è un compito importante. Mentre ogni stagione offre qualcosa di bello ed unico per i viaggiatori, in gran parte decidere quando visitare Istanbul, dipenderà da ciò che si vuole dalla vostra vacanza in Turchia. È per questo che abbiamo scritto questa piccola guida utile per farvi conoscere i pro ed i contro di ogni stagione. Come ovunque, il tempo ad Istanbul può essere imprevedibile, ma in generale la città è nota per le sue estati calde ed inverni piovosi. Sebbene la maggior parte dei viaggiatori vengono ad Istanbul durante la stagione estiva, pensiamo che le altre stagioni sono altrettanto belle, se non migliori, per esplorare Istanbul. Chi non ama sfuggire al bagno turco per un momento di relax in un giorno d’inverno freddo o godersi un giro in traghetto durante un piacevole pomeriggio? La nostra stagione preferita potrebbe essere la primavera quando i giardini di tulipani della città sono in piena fioritura e se tenete gli occhi aperti si potrebbero anche vedere i delfini saltare nel Bosforo.

Prima di recarsi ad Istanbul, prendete nota delle vacanze turche, in particolare il Bayram Ramadan ed il Kurban Bayram (feste religiose) che rientrano in date diverse ogni anno. Le feste islamiche non sono il periodo migliore dell’anno per visitare Istanbul o il resto della Turchia, perché attrazioni turistiche e negozi di Istanbul possono essere chiusi o hanno un limitato l’orario di lavoro. Questo è particolarmente vero nel primo giorno di ogni vacanza. La maggior parte dei locali viaggiano verso la costa per una vacanza al mare o visitare i villaggi di origine per trascorrere del tempo con la famiglia quando hanno tempo libero, così i  trasporti pubblici possono essere imballati in prossimità delle festività. Il clima di festa per le strade di Istanbul o realmente ovunque in Turchia può essere sorprendente, ma suggeriamo di tenere presente di  queste due feste, quando si pianifica le date del vostro viaggio.

Primavera (da Aprile a metà Maggio)

Se avete la possibilità di visitare Istanbul in primavera, non ve ne pentirete! Il caldo estivo non è ancora arrivato e anche se le temperature possono scendere la sera, tutto ciò che serve è una giacca leggera per i giorni miti. Inoltre, la maggior parte delle folle estive non sono ancora arrivate. Nel mese di aprile, l’intera città è in fiore per il Festival Internazionale del Tulipano che si tiene per tutto il mese. Se visitate Istanbul nel mese di aprile, assicuratevi di fare un salto all’Emirgan Park per vedere il più magnifico tulipano che la città ha da offrire. Potreste essere sorpresi di sapere che il tulipano è originario della Turchia, non è olandese. In realtà, i tulipani sono così centrale nella cultura turca che si vedranno ovunque, dal motivo del tulipano ottomano su sciarpe di seta alla forma di un tulipano dei bicchieri di tè turco.

Estate (da Giugno ai primi di Settembre)

L’estate è l’alta stagione turistica in Turchia, il che significa che le file per le attrazioni di Istanbul ed altri siti turistici di tutta la Turchia possono essere belle lunghe. Questo è particolarmente vero quando le navi da crociera arrivano in città. Il tempo può diventare piuttosto caldo ed umido ed è un aspetto da gestire. In questo caso fate come i turchi, andando al mare quando ci sono i picchi di calore. Ad Istanbul si può scegliere tra le spiagge in Kilyos o delle Isole dei Principi. In caso contrario, testa verso sud verso il Mar Mediterraneo o nella località balneare alla moda di Alaçatı. Se avete intenzione di rimanere ad Istanbul, ricordatevi di rimanere ben idratati!

Inverno (da Dicembre a Marzo)

Istanbul ottiene la sua giusta dose di pioggia in inverno con abbondante nevicata occasionale. Tuttavia, se non avete paura di bagnarvi, sarete ricompensati con code molto più brevi presso le principali attrazioni di Istanbul. E’ anche il momento ideale per godere di un bagno turco tradizionale in uno dei migliori bagni turchi di Istanbul o per gustare la deliziosa Sahlep, iconica bevanda invernale della Turchia. In serata, sorseggiare del buon vino turco locale in una Wine House (la versione turca delle enoteche, tra cui deliziosi mezzes) o godere del calore del fuoco di un bicchiere di raki. Con un minor numero di turisti, le possibilità  in città sono infinite. È possibile visitare un festival del cinema indipendente nel corso della giornata, fare un corso di cucina tradizionale  o assistere ad uno spettacolo in serata. Di sicuro non dovrete preoccuparvi che ci sarà il tutto esaurito. Nella città di Bursa, si possono indossare gli sci per del puro divertimento in pista nelle Montagne Uludağ.

Autunno (da metà Settembre a Novembre)

Settembre è ancora considerata una stagione turistica ad Istanbul con l’aggiunta di folle più piccole e prezzi che iniziano a scendere. Questo è il momento per fare un’affare al Grand Bazaar, non in estate, quando i venditori hanno un sacco di clienti! L’autunno è anche il momento ideale dell’anno per passeggiare lungo le strade di Istanbul, visitare bazar di quartiere e godere di tutto il pesce fresco che è ancora presente nei mercati e nei migliori ristoranti di Istanbul. Ma l’autunno come l’inverno, può essere piovoso. Anche se avrete delle belle giornate autunnali, è bene essere preparati per giornate più umide.

Lampa Lab

Il Lampa Lab è dove gli ospiti possono gustare la deliziosa colazione la mattina ed un buon caffè il pomeriggio, in compagnia di splendidi disegni alle pareti. Il Lampa Lab è anche un luogo ideale per piccole riunioni ed eventi. Ha un veranda, spazio di lavoro con connessione Wi-Fi gratuita ed una zona fumatori all’aperto.

Il Lampa Design Hotel si trova nel quartiere di Sisli, il centro di Istanbul. E’ perfetto per esplorare Istanbul in quanto offre una flessibilità senza pari, dal momento che si trova nel mezzo del principale quartiere turistico della città, a pochi passi da Piazza Taksim e dalla principale zona commerciale di Maslak. Sisli è uno dei principali 32 distretti di Istanbul, sul lato europeo della città. Anche se non è in riva al mare, è situato presso l’uscita dal ponte sul Bosforo che collega l’Asia all’Europa. La sua superficie totale è di circa 30 chilometri quadrati ed è considerato come un nuovo insediamento che è fiorito dopo la metà del 19° secolo, a nord di Piazza Taksim. Ci sono molte vecchie moschee, chiese cristiane e sinagoghe ebraiche, nel quartiere. Ultimamente è diventato anche uno dei piccoli centri business e della finanza di Istanbul in particolare con alcuni grattacieli e moderni centri commerciali come il Cevahir Mall, uno dei più grandi d’Europa. Alcuni altri importanti edifici, locali e luoghi nel quartiere di Sisli sono: il Museo Militare, il Cemal Resit Rey e Lutfi Kirdar, sale da concerto e centri espositivi, cinema e stadi, facoltà universitarie, Ali Sami Yen, stadio di calcio del Galatasaray, negozi raffinati in via Rumeli e Nisantasi, ristoranti e bar nel quartiere Macka, zona Tesvikiye e tanto altro.

Visitare la Basilica Cistern – L’attrazione più inaspettatamente romantica della città, la Basilica Cistern offre una panoramica del sistema complicato che una volta ha portato l’acqua potabile in Istanbul dalla Tracia (area dei Balcani a sud-est ora costituisce terra turca in continente europeo ed un pezzo di Bulgaria ). Costruito nel VI secolo e poi dimenticato per secoli, la cisterna che una volta immagazzinata l’acqua è stata dotata di luci e musica. Forme di pesce sono posti intorno alle basi delle 336 colonne che sostengono il soffitto. Da non perdere la testa in giù di Medusa che costituisce il fondo di una colonna, la prova che i costruttori bizantini vedevano i resti romani come poco più che macerie riutilizzabili.

Scoprire l’Aya Sofya – Dopo decenni in cui ponteggi sovraffollavano l’interno del capolavoro bizantino del VI secolo dell’imperatore Giustiniano, l’emozione di essere in grado di provare la straordinaria spaziosità di questo famosa chiesa trasformata in moschea che poi è stata trasformato in museo è difficile da descrivere. Al piano terra l’edificio è in gran parte vuoto; il meglio dei mosaici luccicanti si annidano nelle gallerie al piano di sopra. Di recente sono state aperte le tombe di vari sultani ottomani ed i loro figli. Prima della fine dell’anno, i più bei tappeti della città vanno in mostra nella mensa come usanza dopo che la chiesa fu trasformata in moschea.

Visitare il Palazzo Topkapi Se c’è un posto da vedere assolutamente, questo è il Palazzo Topkapi, la patria di generazioni di sultani e delle loro mogli, che erano rinchiuse nel famoso harem. Una collezione di lussureggianti cortili verdi e chioschi delicati, il Topkapi vanta un tesoro che mette in un angolo i gioielli della corona, così come viste da morire oltre il Mar di Marmara, il Bosforo ed il Corno d’Oro. L’harem segreto è un labirinto di camere lussureggianti avvolte intorno ad un bagno turco. Provate a visitare in un giorno in cui nessuna nave da crociera è in città per evitare il peggio delle folle.

Visitare la Moschea Blue – Di fronte a Santa Sofia ecco questa meraviglia risalante all’inizio del 17° secolo, la Moschea Blu, una delle poche moschee al mondo che può contare ben sei minareti. E’ davvero blu? Beh, non sensibilmente, anche se tutte le pareti sono tappezzate di piastrelle di Iznik sottili. Per vederlo come l’architetto, Sedefkar Mehmed Aga,  entrate da quello che sembra l’ingresso laterale dell’Ippodromo. In seguito, andate verso un edificio delle dimensioni di una piccola moschea in un angolo del complesso. Questo ospita la tomba del sultano Ahmed I, l’uomo che ha dato il suo nome sia alla moschea che al quartiere.

Esplorare il Turkish ed Islamic MuseumSituato in quello che era in origine il palazzo di Ibrahim Pasha, un gran visir ben visto da Solimano il Magnifico, si affaccia sull’Ippodromo dove una volta i bizantini amanti di corse dei carri, lo riempivano come adesso avviene nello stadio di calcio, questo museo ospita una magnifica collezione di tappeti giganti provenienti da tutto il paese. La sua cantina presenta ricostruzioni di tutto, da una tenda nomade completamente attrezzata a grandi interni del palazzo Bursa del 19° secolo. Non andate via senza provare un caffè nero turco nel grazioso caffè sito nel parco.

Scoprire la Chiesa Chora – E’ un po’ complesso arrivarci ma la restaurata Chiesa di Chora, sita tra le vecchie mura della città, offre un sorprendente scorcio di splendore bizantino con le sue pareti e soffitti ornati con mosaici scintillanti ed affreschi mozzafiato. Come Aya Sofya, ha fatto il viaggio da chiesa bizantina a moschea ottomana e poi al museo moderno, e ora si trova in un quartiere di case restaurate di legno ottomane, graziosamente dipinte in colori pastello. Prima di tornare al vostro hotel, date un’occhiata alle pareti vicine che circondavano la vecchia Costantinopoli e che risalgono al V secolo.

Raggiungere la Torre di Galata L’acquosa Istanbul è una città che grida per essere vista dall’alto e questo si può fare dal balcone in cima alla Torre di Galata a Beyoğlu, la parte moderna della vecchia Istanbul che prima della repubblica, era sede dei residenti stranieri della città. Costruita nel 1348, la torre faceva parte di una sub-città appartenente ai genovesi che si estendeva fino al Bosforo. In una nota in calce alla storia dell’aviazione, fu da questa torre che Hezarfen Ahmed Çelebi ha volato attraverso il Bosforo dall’Europa all’Asia nel 1638, inaugurando così il primo volo intercontinentale.

Scoprire la Moschea Süleymaniye – Imperdibile se ti trovi sul ponte di Galata e che guarda fino al panorama storico della città, ecco la moschea progettata dal grande architetto ottomano Sinan per Solimano il Magnifico. Recentemente riportata al suo originale splendore, è generalmente considerata come la più bella delle 42 moschee sopravvissute di Istanbul. Insolitamente mantiene gran parte del complesso originario di edifici di servizio sociale che veniva collegato ad esso, tra cui diversi madrase, un ospedale, una biblioteca ed un hammam. La gente del posto viene qui a mangiare fasuliye kuru con fagioli.

Halaskargazi Caddesi Operator Raif Bey Sokak n.35
34363 Sisli,
Istanbul, (Turchia)
info@lampahotel.com | lampahotel.com

Passeggiando per le moschee di Istanbul

Amata per la sua complessità, costruita nei decenni, Istanbul, dove Oriente incontra l’Occidente, può anche offrire una visione di quello che verrà. C’è così tanto da fare mentre si esplorare la città di Istanbul come gustare gli innumerevoli piatti, vedere i tanti siti da visitare ed immergersi in una cultura piena di sorprese. Ma alcuni tra i più impressionanti gioielli storici ed architettonici della città sono le numerose moschee i cui minareti punteggiano il paesaggio. Durante il vostro soggiorno presso il Lampa Design Hotel, una nuova scelta rinomata tra i visitatori di Istanbul che offre 20 camere di varie dimensioni, tutte progettate con mobili su misura, servizi speciali ed opere d’arte ispirate al celebre artista Fikret Mualla Saygi, concedetevi del tempo per esplorare le seguenti moschee, simboli affascinanti di questa capitale sorprendente.

Hagia Sophia

E’ forse il luogo più riconoscibile della città. Si erge come uno dei più grandi esempi di architettura bizantina in tutto il mondo. Anche se non è più una moschea attiva, la Basilica di Santa Sofia servì come modello per le strutture religiose più suggestive e importanti, costruite durante l’Impero ottomano. L’edificio nasce come una basilica durante l’Impero Bizantino ed è stata convertita in moschea dopo la conquista di Costantinopoli da parte dei turchi ottomani nel 1453. Molti degli elementi cristiani della struttura sono stati rimossi, tra cui l’altare e l’iconostasi. Mosaici raffiguranti temi cristiani sono stati intonacati a causa della proibizione delle immagini per l’Islam. Caratteristiche islamiche sono state aggiunte alla costruzione nel tempo. L’architettura della Basilica di Santa Sofia ha influenzato i progettisti delle moschee ad Istanbul e Santa Sofia è servita come struttura religiosa principale di Istanbul per mezzo secolo. Nel 1935 la Repubblica di Turchia ha convertito la Basilica di Santa Sofia in un museo. L’intonaco che copriva i mosaici paleocristiani è stato rimosso durante il restauro come lo erano i tappeti che coprivano gran parte degli interni, rivelando decorazioni marmoree.

Moschea Sultan Ahmed

E’ nota da molti come la Moschea Blu, a causa delle piastrelle dalle tinte azzurre che coprono le pareti interne dell’edificio. La moschea è stata costruita tra il 1609 ed il 1616, sotto il regno di Ahmed I. Il sultano ha ordinato la struttura religiosa costruita di fronte alla Basilica di Santa Sofia, la moschea più onorata nell’Impero Ottomano in quel momento. L’architettura della moschea combina elementi sia ottomani che bizantini ed è considerata l’ultimo significativa Moschea del periodo classico dell’Impero Ottomano. Un ampio cortile circondato da un porticato accoglie i visitatori alla moschea. L’interno impressionante è decorato con piastrelle in ceramica e lampadari a sospensione a luce bassa per illuminare la sala di preghiera. La moschea è una delle due moschee in Turchia ad avere sei minareti. Per ben cinque volte al giorno si può sentire la chiamata alla preghiera dalla Moschea del Sultano Ahmed, un bel suono incantevole che riecheggia in tutta la città.

Moschea Süleymaniye

E’ la seconda moschea più grande (foto sopra) della città, costruita nella metà del 16° secolo da Solimano il Magnifico. Come molte delle moschee ottomane in tutta la città, un ampio cortile precede l’edificio principale. I quattro minareti della moschea si trovano agli angoli del cortile ed un ampio colonnato forma il perimetro dello spazio esterno. L’interno è più contenuto rispetto a quella della Moschea del Sultano Ahmed, ma è altresì molto bella. Le piastrelle di ceramica adornano le pareti ed il soffitto a cupola.

Moschea Yeni (o Moschea Nuova)

E’ ancora un altro esempio di un edificio imperiale religioso costruito durante l’impero ottomano. L’edificio si trova nei pressi del ponte di Galata, sul Corno d’Oro. I piani di costruzione della moschea hanno avuto inizio nel tardo 16° secolo, ma a causa di vincoli politici e finanziari, l’edificio non è stato completato fino al 1663. Un numero impressionante di cupole e semi-cupole, sessantasei in totale, segnano l’esterno. Una volta all’interno, i visitatori possono osservare l’imponente lavoro di piastrelle che decorano ciascuna delle cupole. Come altre moschee imperiali, la Moschea Yeni è stata originariamente concepita come un complesso con edifici supplementari costruiti per soddisfare le esigenze culturali della città. Uno degli edifici che ancora sopravvive è l’Egiziano o Spice Bazaar, una popolare destinazione turistica ed il secondo più grande mercato della città dietro al Grand Bazaar.

Altre notevoli Moschee

La Moschea Nuruosmaniye, situata vicino al Grand Bazaar e un esempio di stile barocco ottomano; la  Moschea  Rüstem Pasha, una struttura del 16° secolo, è nota per il suo esteso ed impressionante lavoro di piastrelle interno; la Moschea di Laleli, conosciuta in turco come la Moschea del tulipano; e la Moschea Arap, una ex chiesa cattolica romana costruita in stile gotico italiano, con piccole modifiche apportate dopo la sua conversione in moschea.

Si prega di tenere presente: Per i visitatori di Istanbul è importante ricordare che molte delle moschee della città sono centri religiosi attivi, in tal modo si deve tenere un certo protocollo quando si entra in questi edifici. Molte moschee pubblicano le proprie rispettive norme davanti all’ingresso dell’edificio. La maggior parte richiede di togliere le proprie scarpe. Le donne dovranno coprirsi la testa e chi indossa pantaloncini e gonne corte non potranno entrare. Per le donne è meglio portare una sciarpa ed uno scialle quando si visita, così come coprirsi testa e braccia, se necessario. Molte moschee permetteranno di fare fotografie, ma le regole sono più restrittive rispetto all’uso del flash ma la maggior parte non consentono di fare foto durante la preghiera.

Other Hotels