Megève

Megève è una città e stazione sciistica nelle Alpi a sud di Sallanches e ad ovest di Chamonix-Mont-Blanc. Storicamente è stata una città importante per la conceria della pelle ma il ruolo di Megève come località sciistica è andata a formarsi agli inizi del 20° secolo dalla famiglia Rothschild. E’ ormai considerata da molti come una delle più belle località sciistiche di tutto il mondo.

In principio Megève era un villaggio agricolo, ma nel 1900 ha iniziato ad accogliere gente come un luogo di cura nei mesi estivi. Poi un giornalista del Club Alpino francese incoraggiò Megève a soddisfare anche un turismo invernale. L’hotel Mont-Blanc inserì il riscaldamento in struttura e la stagione sciistica iniziò. Maestri di sci e turisti cominciarono ad arrivare a Megève. Nel 1916 la baronessa de Rothschild, disincantata dalla famosa località sciistica svizzera di St Moritz, decise di costruire una stazione sciistica francese di pari prestigio. Fu scelta Megève ed il Palace Hotel Mont d’Arbois fu costruito ed inaugurato nel 1921. Francois Parodi, un campione di sci e figlio di una importante famiglia di albergatori svizzeri, progettarono l’infrastruttura della città.

Nell’inverno del 1923-1924 Re Alberto I del Belgio e la regina Elisabetta sono stati ospiti del Palace Hotel Mont d’Arbois e la reputazione internazionale di Megève andò ad affermarsi. Il jet-set arrivò. Altri visitatori illustri come la principessa di Borbone Parma e la famiglia Lacoste fecero taffa fissa a Megève. Nel 1938 un bar alla moda chiamato Le Cintra aprì all’hotel Panorama ed il jet-set parigino divenne ospite frequente in città. Marcel Pagnol, Tino Rossi e Michele Morgan sono tra questi. Nel 1952 “Les Liasions Dangereuses” con Gerard Philippe e Jeanne Moreau è stato girato presso l’hotel Mont-Blanc. Nel 1954 il re Farouk, Ali Khan e Rita Hayworth hanno visitato Megève. Anche Georges Pompidou divenne un assiduo frequentatore. Nel film “Charade”, Audrey Hepburn incontra Cary Grant presso la stazione sciistica di Megève.

Megève è oggi molto popolare durante la stagione invernale e mentre alcuni comuni delle Alpi sono cresciuti esclusivamente come stazioni sciistiche, Megève è una vera e propria città con un centro affascinante. La piazza principale è dominata dalla sua chiesa, che risale almeno al 14° secolo se non prima, visto lo stile gotico della costruzione. Molte delle case del centro storico sono di origine medievale e dalla piazza principale si può passeggiare per i vicoli affascinanti, ed imbattersi in fontane o nel Lavoir in Rue d’Arly.

Così come i vecchi edifici a Megève, la città ha anche un patrimonio architettonico risalente al 20° secolo, dopo la sua scoperta e sviluppo come una prestigiosa stazione sciistica. L’architetto Henry Jacques Le Même ha sviluppato uno stile chalet ispirato alle aziende della regione ed adesso è conosciuto come l’inventore dello stile sci chalet come lo conosciamo oggi. Il suo stile ha definito l’esplosione di Megève come stazione sciistica; i suoi chalet così come i suoi alberghi e scuole e tre dei suoi chalet, La Croix des Perchets (1928), Le Grizzly (1932) e il Cairn (1941) sono classificati come edifici storici.

Ci sono numerose possibilità per lo sci, con più di 450 km di piste, tutte con splendida vista, molte delle quali del Monte Bianco. Le principali aree sciistiche sono Rochebrune con Cote 2000 e Mont Arbois, le due principali dorsali montuose che si stagliano sopra la città, mentre le altre aree sciistiche più piccole si trovano intorno Combloux e La Giettaz. Insieme formano parte del complesso sciistico conosciuto come Evasion Mont Blanc. In tutto Megève dispone di più di 200 piste che coprono più di 400 km, e più di 100 seggiovie per raggiungerle. Varia è l’offerta di difficoltà di ogni pista, a partire dai principianti sino a discese molto impegnative per professionisti o quasi tali.

Anche se più tranquilla nei mesi estivi, Megève è un piacevole villaggio da visitare tutto l’anno. Praticamente oltre allo sci, ogni altro tipo di sport è fattibile a Megève, tra cui alpinismo, gite in mongolfiera, parapendio, golf e così via. Ci sono varie passeggiate interessanti per i meno esperti che vi aiuteranno a vedere il meglio della campagna locale, come il Lago Javen e la passeggiata popolare del Calvary way. Al Museo di Arly si può imparare della vita e della storia del paese, e la vita contadina qui nei secoli passati. C’è anche un potager con piante medicinali e spezie che crescono esclusivamente in montagna.

A Megève è stato assegnato l’ambito premio 4 fiori come villaggio in fiore. E’ il primo villaggio situato oltre i 1000mt di quota ad aver ottenuto questo premio ambito. Un premio da sottolineare considerando il fatto che far giardinaggio a questa altitudine è molto più difficile.

Related Posts