St. Moritz

Cosa fare a St. Moritz

Uno dei posti al mondo più famosi e tra i primi resort sportivi invernali, St. Moritz, ha ospitato le Olimpiadi invernali nel 1928 e nel 1948. Il villaggio di St. Moritz Dorf si trova su un terrazzo soleggiato protetto dal vento del nord sopra St. Moritzersee (il Lago St Moritz). St Moritz Bad, sul fondo della valle all’estremità sud-occidentale del lago, ha molle di ferro che erano già state utilizzate nell’età del bronzo. Il bel paesaggio alpino con 25 laghi di montagna cristallini e boschi e ghiacciai è la più grande attrazione della regione, che attrae turisti e appassionati di sport all’aria aperta tutto l’anno. I visitatori estivi godono di escursioni, arrampicate, vela, windsurf, tennis, equitazione, golf e anche sci sui ghiacciai. La magnifica vista da St. Moritz abbraccia le montagne da Piz Languard ad est a Piz Julier ad Ovest. I picchi più importanti sono Piz Rosatsch, con il suo ghiacciaio; alla sua destra Piz Surlej e Piz Corvatsch; e in lontananza, la bella Piz de la Margna.

Sport Invernali

Le origini del turismo invernale a St. Moritz risalgono alla fine del 1800 e da quelle prime piste da sci si è sviluppata una metropoli moderna da sci di fama mondiale con più di 20 ski lift che trasportano sciatori di tutti i livelli di abilità. Ma lo sci non è l’unico sport invernale qui. St. Moritz offre pattinaggio su ghiaccio artificiale e naturale, curling, slittino, sci nordico, bobsledding e sciatori di kite, oltre a una varietà di sport da vivere come spettatori. Il salto e le piste da sci olimpico ospitano eventi sportivi a livello mondiale, e ogni anno ci sono corse di cavalli internazionali sul lago ghiacciato nonché il polo invernale.

Funiculare Corviglia

Da St. Moritz Dorf, una funicolare di 2,1 km che arrivae a Corviglia e parte da una stazione intermedia a 2.005 metri a Chantarella. Corviglia, a 2.466 metri, ha viste spettacolari alpine e piste eccellenti, nonché un ristorante. I lift portano i visitatori e gli escursionisti in estate. Da qui, una funicolare con le sue cabine rende l’ascensione di 10 minuti fino a Piz Nair incredibile, con vedute ancora più ampie dalla sua altezza di 3.057 metri. Da St. Moritz Bad il Signalbahn serve la zona sciistica Signalkuppe, a 2.150 metri.

Lago St. Moritz

Proprio come le montagne sopra St. Moritz disegnano sciatori in inverno, il lago sottostante è il centro dell’attenzione per molti visitatori estivi. Circa due chilometri da St. Moritz Dorf sul lato est del lago ci sono alberghi con ristoranti e caffetterie, fermate per i camminatori sul sentiero che segue l’intera spiaggia del lago. Dall’hotel Meierei, c’è un altro chilometro per l’Hotel Staz e il ristorante sulla riva orientale del Lago Staz. Da qui è una passeggiata di un’ora sulla strada forestale a Celerina o al tranquillo villaggio alpino di Pontresina.

Hahnensee

Da St. Moritz Bad, è una passeggiata di un’ora e mezzo su splendidi sentieri forestali, attraverso i 920 metri di Quellenberg o il 2.002 metri di Johannisberg fino all’Hahnensee, dove c’è un ristorante con terrazza per assaporare la vista mangiando. Ancora due ore lungo le pendici di Piz Surlej ed arriverete al Fuorcla Surlej, a 2.755 metri, da cui si gode una vista mozzafiato sulle vette del Bernina e sui laghi Engadini. Da Fuorcla Surlej, una salita di 2,5 ore ti porta al vertice di Piz Corvatsch a 3.451 metri.

Museo Engadina

Immerso in una casa che richiama lo stile di Engadina degli inizi del 1700, il museo ospita più di 4.000 oggetti che illustrano la vita locale dal XIII al XIX secolo. È meglio conosciuto per i suoi interni piuttosto poveri, ma insieme alle camere arredate, include ricami, costumi, utensili per la casa e attrezzi agricoli legati alla vita alpina. Sono presenti anche manufatti trovati nell’Engadina risalenti al Neolitico nonché  Bronzi ed altri reperti romani della regione.

Pista di Bob St. Moritz-Celerina

Un’esperienza che si può avere solo a St. Moritz, una passeggiata emozionante lungo l’unico bobsled naturale al mondo nonché il più antico. Guidando con piloti esperti, avrete quasi la stessa esperienza dei campionati olimpici e campionati del mondo, mentre scenderete giù lungo il percorso di 1722 metri con velocità fino a 135 chilometri all’ora. 75 secondi di corsa adrenalinica.

Heidi Hutte

Il classico di Johanna Spyri, Heidi, è stato il libro preferito da generazioni di bambini e spesso il loro primo approccio alla Svizzera. Il film che ha reso il libro ancora più popolare è stato girato qui ed i bambini certamente desidereranno visitare la baita del nonno di Heidi dove gran parte del film è stato filmato. Per arrivarci, seguite la Via Salastrains da St. Moritz Dorf.

St. Moritz Design Gallery

Il passaggio tra un garage e l’hotel può sembrare un posto strano per una galleria d’arte, ma è proprio quello che troverete mentre andrete tra il garage di Serletta ed il Badrutt’s Palace Hotel. Nel corso del passaggio sono presenti 31 grandi vetrine illuminate in vetro che espongono collezioni di manifesti rari. L’esposizione cambia ogni anno con un nuovo tema ogni anno; le mostre passate hanno mostrato manifesti vintage pubblicitari per lo sci, i viaggi ferroviari Engantine, gli alberghi e le Olimpiadi invernali a St. Moritz.

Dove Soggiornare

L’Hotel Chesa Salis, una dimora patrizia Engadina del XVI secolo, immersa in un grazioso borgo, è un gioiello. Ha un ambiente pastorale, splendidi mobili antichi, un ristorante eccezionale, camere da letto incantevoli e qualità in ogni dettaglio. Meglio di tutto, l’ospitalità di Sarah Wild e Uwe Schmidt ed il loro personale che è superlativo. L’hotel, costruito nel 1590, era originariamente una casa colonica di proprietà della famiglia Moeli, ricchi mercanti d’Italia. Più tardi, la casa fu acquistata dall’aristocratica famiglia von Salis. Il patrimonio nobile del Chesa Salis è testimoniato oggi dalle sue pareti, dalla bella lavorazione artigianale, dai bei pannelli in legno, dai dipinti eccezionali, dai bei soffitti con travi a vista, dalle incisioni sui muri esterni, dai soffitti affrescati e dai camini in ceramica colorati. Quando si entra nella reception, esiste un mix eclettico di vecchio e nuovo grazie alla bella combinazione di antiquariato con divani in pelle nera ed una pittura moderna. Al contrario, la maggior parte degli arredi sono sicuramente in stile tradizionale ma tutte le camere sono incantevoli.




Related Posts